avatar

30/01/2016

Consulenti finanziari (ex-promotori finanziari), prime perplessità intorno al nuovo Albo Unico

di

Highlights
  • Ascosim e Nafop chiedono un tavolo di lavoro
  • APF tranquillizza: "le prossime tappe sono chiare"
La News

Settimana prossima il mondo della promozione finanziaria si incontrerà presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma per l'evento annuale di Anasf: ConsulenTia 2016. Un appuntamento che avrà, inevitabilmente, al centro di molti dibattiti la riforma dell'Albo di categoria che dovrà trasformarsi in albo dei consulenti finanziari e accogliere fee only, società di consulenza e, se lo richiedono, anche gli agenti assicurativi. 

 

Ma chiuso l'iter governativo ora inizia un altro iter che potrebbe essere, a tratti, anche più complicato da gestire. Soprattutto visto il numero di interlocutori coinvolti nella nascita del nuovo albo. Questa almeno la sensazione che è emersa nel corso del convegno "Il nuovo albo unico della consulenza", tenutosi al PFExpo il 28 gennaio, e che ha visto la partecipazione di Joe Capobianco (direttore generale APF), Filippo Parrella (Capo del legale di Assoreti), Gian Franco Giannini Guazzugli (vice presidente Anasf), Luca Mainò (direttivo Nafop), Massimo Scolari (presidente Ascosim), Angelo Deiana (presidente ANPIB), Mauro Rufini (Responsabile Nazionale Lavoro Autonomo del Settore Finanziario Felsa-Cisl) e Aldo Varenna (Presidente Efpa Italia).

 

Seppure nel rispetto dei ruoli, i vari membri delle diverse associazioni hanno evidenziato a tratti le incognite che al momento sembrano accompagnare la nascita del nuovo Albo. Incognite di tipo normativo, come ha evidenziato Rufini che ha accolto con soddisfazione l'arrivo della riorganizzazione dell'APF, ma non ha nascosto le perplessità su alcuni aspetti della normativa. E sul fronte normativo non nasconde le sue perplessità Scolari, che ha invitato a studiare con molta attenzione la vigilanza sui consulenti autonomi (come vengono definiti dalla legge i fee only).

 

Perplessità che però Capobianco ha cercato subito di cancellare ricordando ai presenti in sala che non solo "APF ha il compito di  guardare avanti e lavorare alla realizzazione del futuro Albo dei consulenti finanziari", ma "le tappe normative per la nascita del nuovo Organismo sono chiare".

Quello che ancora manca, aggiungiamo noi, sono però le date di avvio delle varie tappe perché, come indicato nel comma 41 dell'Articolo 1 della Legge di Stabilità la Consob e l'Organismo per la tenuta dell'albo unico dei consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) (APF), guidato da Carla Rabitti Bedogni, hanno tempo sei mesi dalla pubblicazione dei regolamenti Consob in materia di consulenti finanziari (senza un termine e sottoposti peraltro a consultazione pubblica) per stabilire con un “protocollo di intesa le modalità operative e i tempi del trasferimento delle funzioni, gli adempimenti occorrenti per dare attuazione al nuovo assetto statutario e organizzativo, nonché le attività propedeutiche connesse all’iscrizione con esonero dalla prova valutativa delle persone fisiche consulenti finanziari autonomi e delle società di consulenza finanziaria”. Ma sarà la Consob a dover stabilire: a) la data di avvio dell'operatività dell'albo unico dei consulenti finanziari e b) la data di avvio dell'operatività dell'organismo di vigilanza e tenuta dell'albo unico dei consulenti finanziari. 

 

Insomma chiuso il capitolo “governativo” ora inizia il lungo e importante lavoro di costruzione del passaggio di consegne tra Consob e APF e di creazione delle tre distinte sezioni. Una costruzione che Ascosim e Nafop sperano venga svolta all'insegna del dialogo: "serve un tavolo di lavoro vero" hanno affermato entrambi ricordando, ad oggi, la mancanza di un confronto operativo tra le varie associazioni coinvolte nella nascita del nuovo Organismo.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

Le ultime da Advisor Professional

BNP Paribas AM: ago su risk-on post correzione azionaria

Guillermo Felices, Senior Market Strategist del team Multi Asset Solutions di BNP Paribas AM, in questo video analizza gli eventi di mercato più im...

Continua a leggere...

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: