Advertisement
avatar

22/02/2016

Che Banca! lancia il primo robo advisor bancario

di

Highlights
  • Il cliente può gestire il portafoglio autonomamente o con l'aiuto di un esperto
  • Accessibile ai clienti con una soglia di 20.000 euro
La News

CheBanca! lancia Yellow Advice, il primo robo-advisor bancario in Italia. Il nuovo servizio, si legge in una nota della banca retail di Mediobanca, si ispira alle best practices americane e britanniche e introduce numerose novità rispetto all’offerta esistente sul mercato.

Yellow Advice, in paticolare sarà un robo advisor sia B2B sia B2C e cioè un robo advisor non solo a servizio del consulente bancario, ma aperto anche alla clientela retail, con soglie di investimento accessibili (a partire da 20.000 euro), grazie anche a strumenti avanzati per la consulenza da remoto e a una piattaforma (yellowadvice.chebanca.it) aperta con strumenti di educazione finanziaria e la possibilità di svolgere simulazioni e quiz.

Il cliente, infatti, ha la possibilità di gestire il suo portafoglio in modalità self, in totale autonomia dall’area clienti senza l’aiuto di un operatore, o in modalità help, con il supporto di un esperto via telefono o via web o in filiale. "Ad oggi oltre il 35% dei nostri clienti infatti accede al mondo del risparmio gestito esclusivamente online, segno che, con gli strumenti giusti il cliente può imparare a gestire autonomamente anche i prodotti di investimento più articolati. Un dato più che promettente se consideriamo che il bacino di crescita è ancora ampio e inesperto" spiega Roberto Ferrari (nella foto), direttore generale di CheBanca!. 

"Secondo l’ultima edizione del CheBanca! Digital Banking Index, l’osservatorio che misura la digitalizzazione dei servizi bancari in Italia, oltre la metà dei correntisti online in Italia con un dossier titoli (2,3 milioni di individui) ha fatto investimenti online, e di questi solo il 12% dichiara di sapere qualcosa sul robo-advisor, mentre la maggior parte è completamente inconsapevole di questa nuova soluzione di advisory" conclude Ferrari. Che Banca! ha registrato nel 2015 una raccolta indiretta di 3 miliardi di euro (+70% rispetto al 2014).

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:
  • Dai Robo-Advisor una nuova "frammentazione" dell
    13/02/2016 Dai Robo-Advisor una nuova "frammentazione" dell'industria Non possiamo più ignorare lo sviluppo dei servizi di automazione della consulenza finanziaria che stanno modificando il modo in cui consumatori e società interagiscono nel processo di compravendita dei prodotti d’investimento. Per questo l'ESA...
  • MoneyFarm entra in Ascosim
    21/01/2016 MoneyFarm entra in Ascosim Il presidente Massimo Scolari: "Questa nuova adesione rafforza il processo di crescita della nostra associazione"
  • Risparmio e banche: dal web ricavi per 150 miliardi di dollari
    20/01/2016 Risparmio e banche: dal web ricavi per 150 miliardi di dollari L’industria dei servizi finanziari sta per diventare "modulare" grazie alla diffusione di piattaforme digitali. Ecco come sarà nei prossimi anni secondo l'ultimo studio di Oliver Wyman
  • MoneyFarm recluta un ex Google
    18/01/2016 MoneyFarm recluta un ex Google Entra Michele Battelli che sarà il nuovo chief product officer. La nomina segue quella del chief technology officer, David Jeffrey

Le ultime da Advisor Professional

Utili: migliora la dinamica delle revisioni

: I dati macro al margine deludenti dell’ultimo mese mantengono gli investitori ancora nell’incertezza, divisi tra prospettive di ripresa ciclica e...

Continua a leggere...