Voluntary Disclosure o Collaborazione Volontaria: La procedura di collaborazione volontaria (o voluntary disclosure) - introdotta dal governo Renzi sul finire del 2014 (ad opera della legge 15 dicembre 2014, n. 186 e in vigore dal 1° gennaio 2015) - consente in primo luogo a tutti i destinatari degli obblighi di monitoraggio fiscale di sanare le proprie violazioni di carattere internazionale, con riguardo cioè alle attività detenute all’estero senza che di tale possesso l’amministrazione finanziaria italiana fosse a conoscenza.

La voluntary disclosure si offre, quindi, quale potente strumento per traghettare verso il futuro il nostro patrimonio, ultima chiamata per riportarlo nella legalità.

valigia_soldi_700x441.jpg

14/06/2017

Voluntary bis, i nuovi chiarimenti dell'Agenzia

di PierEmilio Gadda

Si allarga il bacino di Paesi che consentono di beneficiare di sconti sulle sanzioni. C'è il nuovo software per il calcolo di quanto dovuto. E viene precisata la procedura per l'emersione del nero domestico

valigia_soldi_700x441.jpg

22/05/2017

Voluntary bis, dal governo dei correttivi per superare gli ostacoli

di Redazione AdvisorPrivate

Gli emendamenti prevedono sanzioni più morbide e possibilità di detrazioni imposte

Mef.jpg

15/03/2017

Voluntary disclosure: nel mirino i clienti "disubbidienti"

di Massimo Morici

L’accordo tra Italia e Svizzera è in vigore dal 2 Marzo e riguarda lo scambio di informazioni di gruppo per gli italiani che si sono rifiutati di fornire rassicurazioni sulla regolarità del patrimonio all'estero

valigia_soldi_700x441.jpg

15/03/2017

Nuovo accordo Italia Svizzera per spingere la voluntary bis

di PierEmilio Gadda

Nel mirino del Fisco finiranno, attraverso richieste di gruppo, i "contribuenti recalcitranti", che si sono rifiutati di fornire adeguate rassicurazioni sulla regolarità dei fondi depositati presso le istituzioni finanziarie svizzere

valigia_soldi_700x441.jpg

28/02/2017

Voluntary bis, partenza a ostacoli

di Redazione AdvisorPrivate

La seconda edizione della procedura di regolarizzazione volontaria è frenata da una serie di problematiche tecniche

Le ultime dal mondo del Private Banking

Banor, prudenza sugli HY e occhio ai titoli FAANG

La società consiglia di affrontare il mercato con un approccio value, ricordando che i rischi maggiori derivano dalla fine delle politiche monetari...

Continua a leggere...