avatar

24/01/2011

Una coppia sola resta al comando

di Linda Perego

Una raccolta netta super. Il dato rilevato da Assoreti indica che nel mese di ottobre le reti di promotori finanziari hanno generato una raccolta globale pari a 846 milioni di euro, valore di quattro volte superiore rispetto al risultato del mese precedente, quando il flusso era stato di 204 milioni di euro. Da inizio anno il dato sulle reti risulta pari a 10.221 milioni.


La ripartizione tra i vari comparti evidenzia come il 97,2% delle risorse nette raccolte dalle reti (823 milioni di euro) sia stato complessivamente investito in prodotti del risparmio gestito e come la componente amministrata torni a chiudere il mese con un bilancio positivo, seppur contenuto (24 milioni di euro). Nel mese precedente il flusso totale del gestito pari a 204,1 milioni di cui 421,2 milioni nel gestito e -217,1 milioni nell'amministrato.

Nel mese di ottobre, secondo quanto rilevato da Assoreti, la raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 777 milioni di euro. Si conferma la preferenza nelle scelte d'investimento per gli OICR esteri, con una raccolta netta di 876 milioni di euro, e per i fondi di fondi, che hanno visto flussi netti positivi per 267 milioni.


Viceversa, gli OICR italiani continuano a vedere la prevalenza dei riscatti, facendo registrare un deflusso netto di 347 milioni di euro. La raccolta netta in prodotti assicurativi e previdenziali è positiva per 222 milioni di euro, in linea con quanto riscontrato nel mese precedente, mentre il bilancio delle gestioni patrimoniali individuali chiude con un saldo negativo per 176 milioni di euro. Nel mese precedente, ossia quello di settembre, la raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 287,2 milioni, con un deflusso dai fondi italiani pari a 317,4 milioni, mentre negli OICR esteri sono confluiti flussi per 482,6 milioni e i fondi di fondi hanno generato un flusso di 145,7 milioni. I flussi nei prodotti assicurativi e previdenziali risulta pari a 232 milioni, mentre per le gestioni patrimoniali il dato è negativo per 98,1 milioni.


Tornando al mese di ottobre, il contributo complessivo delle reti al sistema di OICR, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato, quindi, nel mese, su un ammontare positivo pari a 806 milioni di euro, rispetto a un deflusso totale riscontrato dal sistema fondi per 1,3 miliardi di euro. Da inizio anno il contributo, in termini di raccolta netta, è stato positivo per circa 11,9 miliardi di euro, consentendo così all'industria dei fondi di mantenersi su volumi complessivi pari a 6,8 miliardi di euro, nonostante i deflussi di risorse registrati dagli altri canali distributivi (-5,1 miliardi).


Nel mese di ottobre, la raccolta in titoli è stata positiva per 157 milioni di euro, grazie alle operazioni di acquisto di strumenti del mercato monetario e al collocamento di obbligazioni e titoli di Stato sul mercato primario; ancora negativa la raccolta di risparmio sotto forma di liquidità (-133 milioni di euro). Nel mese precedente il dato sui titoli era stato pari a 117,1 milioni e da inizio anno il flusso è negativo per 1,376 miliardi. Il volume dell'operatività delle reti si è ripartito tra una raccolta lorda di 6,2 miliardi di euro per il risparmio gestito, un intermediato di 6,9 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 161 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi.


Nel mese precedente l'operatività era stata ripartita tra 4,66 miliardi per il gestito; 6,58 miliardi per l'amministrato e 163,1 milioni in altri prodotti e servizi. Da inizio anno la ripartizione dei flussi è stata predominante nell'amministrato con 73,464 miliardi, seguita da 64,662 miliardi nel gestito e 1,673 miliardi per altri prodotti e servizi.


Il numero di promotori finanziari è stimabile a fine mese in 23.181 unità, delle quali 22.417 effettivamente operative. Nel mese precedente il numero di pf era pari a 23.253 di cui 22.466 operativi.

SOCIETA’ A?CONFRONTO
A livello societario spicca il dato di raccolta di Mediolanum con circa 213,4 milioni di euro, seguita da Fineco con 164,5 milioni di euro e al terzo posto Allianz con oltre 78,5 milioni. Segue Banca Generali con 67,215 milioni e Azimut con 52,689 milioni.


Una classifica che nelle prime cinque posizioni vede l'avvicendamento tra diverse società. Nel mese precedente, ossia settembre, era la rete del gruppo guidato da Alessandro Foti a guidare la classifica con 75,244 milioni, seguita da Banca Mediolanum e da Banca Fideuram, con un flusso totale rispettivamente pari a 67,672 milioni e 43,151 milioni.


La rete dei promotori finanziari della banca guidata da Ennio Doris, così come quella guidata da Matteo Colafrancesco restano però le migliori società dal punto di vista della raccolta nel gestito. Le due reti hanno rispettivamente raccolto, nel mese di ottobre, un flusso di 204,013 milioni, per Banca Mediolanum, e 149,055 milioni, per Banca Fideuram. Così anche nel mese di settembre quando il flusso del gestito per la rete di Ennio Doris era pari a 133,955 milioni e quella di Colafrancesco con 93 milioni. E considerando la raccolta da inizio anno al vertice resta Banca Mediolanum con 3.023,184 milioni, seguita da Banca Fideuram con 1.182,955 milioni.


È nel corso del 2010 le due regine della classifica si sono distinte anche per il comune interesse dimostrato verso Banca Sara.


La rete del gruppo Sara inizialmente era stato oggetto di attenzioni da parte di Banca Mediolanum che poi ha preferito uscire dalla partita. Per quanto riguarda Banca Fideuram la proposta avanzata per l'acquisizione di Banca Sara è di un euro, un valore prettamente simbolico perché Fideuram non prevede aumenti di capitale, ma il rilancio sarebbe soprattutto industriale: alle 90 agenzie di Banca Sara verrebbe messo a disposizione un portafoglio prodotti molto più ampio di quello attualmente disponibile. L'operazione è andata a buon fine lo scorso 23 dicembre.


Intanto Banca Sara, nel mese di ottobre, ha registrato un flusso di raccolta di 12,339 milioni per 455 promotori finanziari e un patrimonio di 2.720, 22 milioni aggiornato a settembre 2010.

Le ultime da Advisor Professional

Ecco come si origina l'effetto sorpresa sui mercati

Nella Lezione di oggi del professor Paolo Legrenzi, l’elezione a presidente di Donald Trump letta attraverso il prisma delle emozioni: superbia, ig...

Continua a leggere...

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: