Sulla governance di OCF non c’è nessuna impasse

Secondo Marco Tofanelli (Assoreti) il dibattito intorno alla presidenza dell’Organismo si è già concluso.
26/06/2019 | Francesco D'Arco

Il nome del futuro presidente dell’Organismo per la vigilanza e tenuta dell’Albo Unico dei Consulenti Finanziari non è in discussione. E non c’è nessuna impasse da risolvere. È questo il messaggio che arriva da Marco Tofanelli, segretario generale di Assoreti, che raggiungo da Advisoronline si mostra sereno e tutt’altro che travolto da una negoziazione.

 

Secondo quanto riportato da MF sembra che, sul futuro presidente di OCF, vi sia in corso un acceso dibattito tra gli associati dell’Organismo. È ancora in atto? 

All’interno di OFC c’è stato un dibattito, ma è stato veloce e si è già concluso. Mi sembra che ora sia piuttosto una problematica interna all’Anasf e nulla di più.

 

Quindi la soluzione per la presidenza sarà una conferma della professoressa Carla Rabitti Bedogni? 

Tutti hanno apprezzato molto il lavoro fatto dalla presidente in questi anni quindi non vedo motivi per non proseguire lungo questo percorso. Soprattutto ora che abbiamo anche la funzione di vigilanza.

 

Maurizio Bufi ha parlato però di “impasse”, come risolverla? 

Non vedo nessuna impasse

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.