Banca Generali, l’attività di advisory accelera con Donatoni

Il suo ingresso accresce la struttura manageriale attiva sul territorio e si pone l’obiettivo di arricchire il servizio di consulenza evoluta
21/09/2020 | Redazione Advisor

La consulenza evoluta a quasi 5 miliardi e mezzo nell’ultimo mese per Banca Generali anche al contribuito dell’advisory finanziaria nell’analisi dei portafogli. Entra nel vivo, infatti, il supporto dell’esperienza di Massimo Donatoni che affianca i manager di rete e i private banker della banca triestina con la responsabilità proprio alle attività di advisory negli investimenti.

Per lui una lunga carriera in Ubs come responsabile prima della divisione "Ultra High Net Worth Individual" (UHNWI) e poi in Azimut come head of advisory e investimenti, head of wealth management e dove ha ricoperto anche il ruolo di co-amministratore delegato. Donatoni, in Banca Generali, punta ad avvicinare ai consulenti e ai clienti il contributo dei servizi di wealth management e le attività di ricerca e studi del team di advisory finanziaria guidato da Generoso Perrotta.

Donatoni dialoga a stretto contatto col vice d.g. Marco Bernardi che guida tutta la struttura di rete. Il suo ingresso accresce la struttura manageriale attiva sul territorio e si pone l’obiettivo di arricchire il servizio di consulenza evoluta che sta riscuote sempre maggior apprezzamento tra i clienti. Un percorso di crescita che con Donatoni acquisisce un elemento di forza in più, che si somma all'ampliamento delle soluzioni di investimenti e degli strumenti digitali

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.