Union Bancaire Privée rafforza il team del debito emergente

Con l'ingresso di Biola Babawale in qualità di strategist del debito sovrano dei mercati emergenti
06/10/2020 | Redazione Advisor

Union Bancaire Privée annuncia la nomina di Biola Babawale (nella foto) in qualità di strategist del debito sovrano dei mercati emergenti.

Basata a Londra, sarà responsabile della ricerca sul debito sovrano e lavorerà a stretto contatto con Thomas Christiansen, head of sovereign and frontier debt, per continuare a sviluppare le expertise di UBP sul debito sovrano dei mercati emergenti.

 

Babawale fa il suo ingresso in UBP da Vanguard Asset Management, dove ha lavorato per 8 anni ricoprendo diversi ruoli. Più di recente, è stata Senior Research Associate nel team Fixed Income, occupandosi di emittenti sovrani di Europa centrale e orientale, Medio Oriente e Africa, con particolare attenzione ai mercati di frontiera. In precedenza, è stata economista nel gruppo Investment Strategy di Vanguard AM. Biola ha iniziato la sua carriera come economista in Oxford Economics. Ha conseguito una laurea in Politica Economica presso l'University College di Londra e una laurea in Economia presso l'Università di Warwick, ed è titolare di un CFA Charterholder.

 

Denis Girault, head of emerging market debt di UBP ha dichiarato “Questa nuova nomina dimostra il costante impegno di UBP nel segmento del debito dei mercati emergenti, un’asset class strategica per la Banca. Il nostro approccio basato sull'analisi fondamentale e sulla selezione bottom-up dei titoli ha dimostrato la sua efficacia negli anni. Le competenze di Biola apporteranno un grande contributo all’attività del nostro team composto da 8 persone e ci aiuteranno a consolidare il nostro attuale slancio positivo, caratterizzato anche dal successo della nostra strategia sul debito dei mercati di frontiera lanciata sei mesi fa. Il fondo ha oggi oltre 160 milioni di USD di asset in gestione”

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.