Ossiam, Bach è il nuovo responsabile ESG e responsible investment

Nel suo nuovo ruolo Frédéric riporterà direttamente a Carmine De Franco, responsabile della ricerca
18/01/2022 | Lorenza Roma

Ossiam, affiliata di Natixis Investment Managers con un focus sugli investimenti smart beta, continua il proprio percorso di crescita con l’ingresso di Frédéric Bach (in foto) quale nuovo responsabile ESG e responsible investment. Nel suo nuovo ruolo in Ossiam riporterà direttamente a Carmine De Franco, responsabile della ricerca.

 

Bach entra in Ossiam dopo essere stato di recente consulente sulle tematiche ESG per Hermes e Ruffer LLP. In precedenza, è stato senior corporate governance e proxy voting specialist per Sustainalytics e consulente dell'Asset Owners Disclosure Project, una Ong. Ha ricoperto anche il ruolo di direttore di ricerca e senior portfolio manager per sette anni presso l'Abu Dhabi Investment Authority. Precedentemente ha lavorato come trader, gestore di portafoglio e analista per UBP, Société Générale e UBS. Si è laureato all'ENS Télécom Bretagne e all'ESSEC ed è CFA®.

 

"L'investimento responsabile è un processo che si articola in tre fasi. In Ossiam, il primo passo è stato integrare le misure ESG all’interno delle nostre strategie quantitative. Il secondo sarà quello di ampliare il nostro processo di engagement che già portiamo avanti con le aziende in cui abbiamo investito. L’ultimo step passerà attraverso il proxy voting, aspetto che intendiamo ulteriormente migliorare", ha spiegato Frédéric Bach, responsabile ESG e responsible investment di Ossiam.

 

Bruno Poulin, ceo di Ossiam ha aggiunto: "Siamo lieti di dare il benvenuto a Frédéric, le cui solide qualifiche ed esperienze saranno fondamentali per la continua crescita di Ossiam. Ci aspettiamo un miglioramento della nostra capacità di integrare l’aspetto ESG nelle nostre soluzioni di investimento quantitative e dei servizi che offriamo ai nostri clienti".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.