Swiss & Global punta forte sull'azionario europeo

E' ciò che emerge dal Swiss & Global european equity day, nel quale sono state spiegate le dinamiche che coinvolgeranno il mercato azionario del continente nel prossimo periodo, attraverso la view di due gestori
19/02/2014 | Redazione Advisor

Buone prospettive anche per il 2014 per l'azionario europeo. E' ciò che emerge dal Swiss & Global european equity day, nel quale sono state spiegate le dinamiche che coinvolgeranno il mercato azionario del continente nel prossimo periodo.

 

Analizzando lo scenario europeo Can Elbi, gestore del fondo JB Europe Focus di Swiss & Global Asset Management, ha evidenziato che siamo solo all’inizio di una autentica ripresa economica in Europa, con un tasso di crescita reale del PIL stimato per il 2014 tra l’1% e l’1,5%, rispetto alla contrazione di -0,4% del 2013 e di -0,6% nel 2012: l’Eurozona registrerà quindi la maggiore variazione a livello globale.

 

Secondo il gestore, la ripresa si basa su questi fattori: il peso dell’austerità fiscale in alleggerimento, dall’1,1% del PIL nel 2013 allo 0,4% stimato per il 2014, aggiungendo così lo 0,7% alla crescita totale del PIL; la BCE che è riuscita con successo a controbilanciare i rischi di coda di una possibile stretta del credito in Europa, tramite le operazioni LTRO e l’annuncio del programma OMT nel 2012; la fiducia sta finalmente tornando, come dimostrato anche dall’allentamento da parte delle banche sulle condizioni di prestito; si sta delineando una ripresa della domanda interna, e i tassi di interesse reali negativi in Germania e Francia sono chiaramente utili in tal senso; ripresa delle esportazioni dei paesi periferici, trainata dal calo del costo dell’unità lavoro, con in particolare l’export spagnolo in aumento dell’8% annualizzato negli ultimi mesi.

 

Gli utili potrebbero crescere di un 30-40% cumulativo tra il 2014 e il 2016, trainati dal miglioramento dell’economia degli Stati Uniti e dell’Europa e da una significativa leva operativa.  Nonostante un avvio volatile, siamo molto positivi sull’equity europeo, con un potenziale ritorno tra il 10 e il 15% nel 2014.

 

Nella sua panoramica sul segmento delle small e mid cap europee, invece, Guido Marveggio, gestore del fondo JB Small & Mid Cap Stock Fund di  Swiss & Global Asset Management ha evidenziato che ci sono buone prospettive di crescita  e di diversificazione per il 2014.

 

Questi titoli proiettano attese di rendimento superiori nel lungo termine, adottano modelli di business semplici, flessibili e trasparenti, hanno potenziali di crescita in mercati di nicchia, e sono un segmento poco battuto dal mercato.

 

Secondo Marveggio in questo segmento bisogna privilegiare le società che si distinguono dalla concorrenza per la crescita dei loro profitto sopra la media e che siano leader di mercato nella nicchia internazionale in cui operano, che siano in grado di reinvestire la liquidità nel core business o in acquisizioni che ne accrescano il valore.

 

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.