BlackRock, criteri ESG: ridefinire e implementare

Questi investimenti sono diventati negli ultimi anni mainstream e questo è ormai evidente. La garanzia per gli strumenti necessari per compiere una scelta di investimento consapevole
14/06/2018 | Redazione Advisor

Gli investimenti sostenibili sono diventati negli ultimi anni mainstream e questo è ormai evidente. Il sistema ESG fa chiarezza e al tempo stesso garantisce gli strumenti necessari per compiere una scelta di investimento consapevole.

C'è ancora però molta strada da fare in termini di progresso e conoscenza, alcuni fattori infatti sono più utili rispetto ad altri meno conosciuti o di cui ancora non si è scoperto il potenziale.

Come si evince da un report del BlackRock Investment Institute, ogni lettera che compone l'acronimo racchiude in sé diversi settori o rappresenta in linea generale la soluzione ad alcune problematiche davvero attuali.

"E" che sta per environmental riguarda quelle tematiche relative al cambiamento climatico o alla scarsità di risorse naturali; la "S" invece è la parte sociale, quella legata ad esempio alle politiche in materia di lavoro, alle politiche di inclusione sociale o alla tutela dei diritti o dei dati personali; infine concludiamo con la governance della "G" in cui si tiene conto dell'etica nella gestione del business o i diritti e la tutela delle differenze.

 

È bene sottolineare, si legge nel report, come questo tipo di investimenti non sia soltanto la garanzia di un buon comportamento bensì la conferma di un collegamento con il tipo di performance dell'asset, insomma le compagnie che decidono di rientrare in questi 3 parametri tenderanno ad avere un solido flusso di cassa, costi di credito più bassi e valutazioni più alte.

Alcuni esempi pratici: si pensi all'innalzamento delle maree in relazione al business immobiliare, oppure alla volontà di limitare le emissioni di carbonio, oppure, spostandoci dalle tematiche ambientali, si pensi ai recenti scandali legati alla violazione della privacy nei social media oppure all'importanza del tema della diversità all'interno delle società.

 

Giunti a questo punto di un lungo percorso, la vera domanda da porsi è come riuscire a implementare i criteri ESG negli investimenti. Due le modalità identificate da BlackRock, da una parte evitare alcuni settori, dall'altra fare progressi su quelli tradizionali. La sfida per il futuro di questo tipo di investimenti sarà giocata sulla ridefinizione di alcuni contorni al momento a tinte sfocate. 

Spesso i dati relativi alla qualità vengono gestiti internamente dalle società e possono contenere alcune imprecisioni che rendono necessaria trasparenza e chiarezza nel delineare un quadro d'insieme puntale. La maggior parte dei dati in linea con in criteri ESG sono stati introdotti da una decade e in molti casi anche da meno tempo. Le compagnie a larga capitalizzazione dominano gli indici e questo comporta che la copertura sia fondamentale in aree come negli emergenti e nell’obbligazionario high yield. C'è poi da considerare che ciascun fornitore di dati pondera in maniera diversa i fattori ESG e questo rende più difficile il raffronto tra diversi sistemi di rating, mancando quindi la standardizzazione che si ha ad esempio nei rating del credito. Infine la frequenza con la quale vengono aggiornati i parametri ESG, in alcuni casi su base annuale, rende difficoltosa la comprensione profonda dei rischi o di come aumentare i ritorni. 

La sfida rimane quella della selezione, della verifica degli elementi davvero utili per potersi orientare nell’abbondanza dei dati ESG e saper distinguere le informazioni importanti dal “rumore di fondo”.

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.