Risparmio gestito: le nuvole all'orizzonte da spazzare via

Il consulente finanziario riuscirà a guidare per mano il risparmiatore verso investimenti di lungo periodo e allo stesso tempo gestire l'emotività del momento?
19/10/2018 | Greta Bisello

L'Italia, dopo la lettera dell'Euorpa a commento del DEF, è in attesa di giudizi importanti da parte delle agenzie di rating internazionali (a partire dal 26 ottobre).

Il contesto generale, fuori e dentro il nostro Paese, è tutt'altro che facile da gestire soprattutto per i risparmiatori che potrebbero iniziare a battere in ritirata. È necessario dunque che i consulenti finanziari siano pronti a fronteggiare l'emotività che potrebbe rivelarsi letale nel tempo e guardare a orizzonti temporali ben definiti. 

 

Le parole d'ordine secondo gli esperti che hanno partecipato alla puntata di AdvisorTalk "Risparmio sotto assedio" sono: diversificazione, gestione del rischio e innovazione. 

Antonio Bottillo, country head per l'Italia di Natixis IM, Elena Bossola, head of third party distribution di Edmond De Rothschild AM con Antonio Sidoti, co-head southern europe distribution di WisdomTree sottolineano all'unanimità l'importanza di figure professionali sempre più preparate e attente ai fondamentali di riferimento. 

 

Il 2018 è inoltre un anno importante per la regolamentazione. Dopo quasi un anno dall'entrata in vigore di Mifid II che ha condizionato l'atteggiamento dell'investitore il quale rivestirà un ruolo sempre più decisivo nel panorama del risparmio; tutto ciò nell'attesa di marzo 2019 con la prima rendicontazione.

 

Qui se vuoi rivivere il webinar integrale

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.