Mercati: volgere lo sguardo verso gli emergenti

Senza lasciarsi impensierire dalle controversie relative alla Brexit e alle criticità dell'Eurozona. Ecco l'analisi di Flossbach von Storch
30/05/2019 | Greta Bisello

A forza di preoccuparsi dell'Europa, bloccata tra populismi e caso Brexit, gli investitori corrono il rischio di non badare alle opportunità che arrivano dai mercati emergenti. 

Bert Flossbach, board member e senior portfolio manager di Flossbach von Storch AG spiega che : "Abbiamo rinunciato da tempo ad analizzare nel dettaglio il processo di Brexit. È stata, ed è tuttora, una perdita di tempo. Il Regno Unito ne risentirà chiaramente come sede di investimenti e quindi anche l’economia ne risentirà, a prescindere dal modo in cui il dramma Brexit continuerà a dipanarsi". 

 

Vale la pena quindi concentrarsi su Paesi come la Cina. "La ristrutturazione dell'economia cinese continua, con lo sviluppo di un’economia dei servizi volta a creare le basi per la crescita futura. La crescita cinese, tuttavia, è ancora fortemente dipendente da ulteriori finanziamenti, come dimostra il rinnovato stimolo all’inizio del 2019. La politica di “prosperità moderata per tutti”, che dovrebbe creare stabilità sociale nel breve termine, poiché la popolazione è ancora concentrata sul progresso materiale, è compensata da un’interferenza sempre più restrittiva con la libertà personale. I cinesi sono tuttavia economicamente ambiziosi, il che probabilmente garantirà una crescita rapida, a partire da un livello relativamente basso rispetto all'Occidente, che potrà comunque essere raggiunto, anche se a un ritmo più lento in futuro" spiega il gestore.

 

Un altro Paese interessa l'analisi di Flossbach von Storch AG ed è l’India, il più importante mercato emergente dopo la Cina. Con una crescita economica del 7,2% nell’anno precedente, l’India è una delle economie in più rapida crescita al mondo. Il PIL ha ora raggiunto il livello della Gran Bretagna, 2.700 miliardi di dollari. Dal 2014 il primo ministro Narendra Modi ha attuato una serie di riforme strutturali nell’ambito del Bharatiya Janata Party (BJP) al governo.

In conclusione, un esame approfondito dello scenario in Cina e in India mostra che "gli investitori a lungo termine devono quindi evitare l’errore di pensare che gli eventi che accadono a “casa nostra”, ricoprano la stessa importanza rispetto al successo o al fallimento delle corporation globali" chiosa Flossbach.

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.