PIR, crollo della raccolta a febbraio: meno 188 milioni

Da inizio anno si registra un -308,6 milioni. Il dato dello scorso mese è pesantemente influenzato dalla crisi dovuta al diffondersi del Coronavirus
31/03/2020 | Redazione Advisor

Il Coronavirus si abbatte anche sui Piani individuali di risparmio. Secondo le stime dell'osservatorio Pir di Plus24-Il Sole 24 Ore, il saldo netto dei fondi Pir è negativo per 188 milioni, in peggioramento rispetto al deficit di 120 milioni di gennaio.

Da inizio anno si registra così un impietoso -308,6 milioni. Questa tempesta che ha colpito il mercato ha chiaramente abbattuto i rendimenti che da inizio 2019 hanno virato tutti (a eccezione di Anthilia small cap Italia) in territorio negativo, vanificando nel giro di pochissimo tempo le brillanti performance conseguite fino a fine gennaio. Tra le società più colpite dai riscatti troviamo Eurizon con una raccolta negativa per 59,7 milioni, Lyxor con i conti in rosso per poco meno di 48 milioni, Mediolanum in deficit di 31,2 milioni e Axa a meno 22 milioni.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.