Fixed income: è il momento della gestione attiva

Le difficoltà registrate durante i primi mesi dell'anno sono state una buona occasione per questi gestori di dimostrare valore rispetto ai passivi. Lo spiega Cerulli Associates in un recente report sul mercato USA
29/07/2020 | Redazione Advisor

Il reddito fisso ha sofferto durante la pandemia Covid-19. Nonostante i portafogli fixed income dovrebbero essere più diversificati e meno suscettibili alla volatilità. L'ultima analisi di Cerulli Associates si concentra sul mercato USA e ritiene che l'interruzione avuta durante il lockdown è stata un "buon momento" per i gestori attivi di dimostrare il loro valore rispetto alle strategie passive. 

 

Alcuni numeri del mese di giugno mostrano come questo sia stato un mese positivo per i fondi comuni di investimento poiché le attività hanno superato i 15,5 mila miliardi di dollari, con un incremento del 2,3%. Anche i flussi netti sono stati positivi per 12,3 miliardi di dollari. Tuttavia, i flussi netti 2020 YTD sono ancora fortemente negativi ($ 303,1 miliardi). Le attività dell'ETF sono salite del 3,1% a giugno per chiudere la prima metà del 2020 a $ 4,38 mila miliardi. Gli ETF sono ora scesi dello 0,6% rispetto alla fine del 2019 e dell'1,7% dai massimi verso la fine di gennaio 2020. I flussi degli ETF sono ammontati a $ 57,2 miliardi a giugno.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.