Per i gestori di fondi è tornato il bull market

Secondo il sondaggio mensile di Bank of America Merrill Lynch la maggioranza dei gestori globali è nuovamente rialzista
16/09/2020 | Paola Sacerdote

Fine del bear market rally, ritorna il toro sui mercati. Ne sono convinti i gestori di fondi, secondo quanto rileva l'edizione di settembre de sondaggio mensile di Bank of America Merrill Lynch.

 

L'ultima edizione della Global Fund Manager Survey condotta dal colosso americano evidenzia infatti che il 58% dei gestori intervistati ritiene che il mercato sia entrato in una nuova fase rialzista. Quasi il 49% dei fund manager ritiene inoltre che la recessione sia ormai alle spalle, e che sia iniziato un nuovo ciclo economico, contro un 37% che invece rimane pessimista. Solo il 20% dei gestori prevede tuttavia una ripresa a forma di V, mentre il 61% si attende che avrà una forma a U o a W, e i fund manager hanno incrementato leggermente la liquidità nei portafogli, passata dal 4,6% al 4,8%.

 

In termini di asset allocation, i gestori hanno iniziato una rotazione settoriale verso i comparti ciclici, riducendo l'esposizione alla tecnologia, all'healthcare e alle large cap e aumentando l'allocazione ai titoli value, alle small cap e agli industriali, che vedono il maggior sovrappeso da gennaio 2018. Tuttavia, i portafogli rimangono ancora "cocciutamente sbilanciati" verso i settori healthcare, tecnologia, mercato Usa, liquidità, mentre di converso la view rimane particolarmente negativa su settore energetico e banche britanniche.

 

Il comparto tecnologico Usa continua così ad essere il "trade più affollato" di tutti i tempi, e questo rappresenta una grande preoccupazione per i gestori, che considerano infatti una bolla sul tech al secondo posto tra i rischi all'orizzonte dietro una seconda ondata di contagi, mentre le presidenziali americane si posizionano al terzo posto.

 

Un'ultima nota interessante, e anche un po' contraddittoria, riguarda la composizione degli asset under management: un quarto (25%) del patrimonio gestito dai manager intervistati è ora rappresentato da ETF, il dato più alto mai registrato, sebbene il numero di gestori che intendono aumentare la propria esposizione agli strumenti passivi sia sceso di quattro punti percentuali al 6%, la percentuale più bassa mai rilevata.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.