Investire in un’era di cambiamenti

Come dobbiamo posizionare i portafogli in vista di una ripresa post Covid? Le parole di Federico Domenichini, T. Rowe Price
21/09/2020 | Lorenza Roma

La mattina dell'11 settembre 2001 alcuni terroristi di Al -Qaeda dirottarono quattro aerei e li fecero volare contro le Torri Gemelle a New York. Fu l'incidente terroristico più mortale della storia, con quasi 3.000 vittime. Ma com’è cambiato il mondo da quel giorno per l’economia e i mercati? A parlarne è Federico Domenichini, head of advisory Italy di T. Rowe Price.

 

Il coinvolgimento militare degli Stati Uniti in Afghanistan si è trasformato nella guerra più lunga nella storia degli Stati Uniti. Il Dow Jones nelle ore successive agli attacchi perse il 14%. Il costo stimato delle operazioni anti-terroristiche e delle spese militari per le guerre in Afghanistan e Iraq, sfiorò 4000 miliardi di dollari. Altri 40 miliardi furono spesi esclusivamente per aumentare la sicurezza negli aeroporti. Da quel giorno cambiò anche il mondo dei media e delle news. Nacque un nuovo concetto di copertura mediatica e sempre più emittenti dedicarono più tempo alle notizie da tutto il mondo.

 

Non solo. L’11 settembre 2001 la Repubblica Popolare Cinese entrò a far parte del WTO (World Trade Organization). Negli ultimi 18 anni, il commercio cinese delle merci è passato da 516,4 miliardi di dollari a 4,1 trilioni. Il valore delle esportazioni di merci supera ogni anno quanto importa dal resto del mondo e la maggior parte del surplus cinese proviene dal commercio con gli Stati Uniti e Hong Kong. Oggi lo scenario sta cambiando ancora e gli scontri commerciali tra USA e Cina sono sempre più frequenti.

 

Diventa fondamentale non perdere di vista la storia se vogliamo interpretare nel modo più corretto possibile quanto avvenuto in quest’ultimo anno. Un anno che, in seguito alla pandemia di Covid-19,  ha registrato numerosi cambiamenti da parte degli investitori. Alla luce di questi ultimi 19 anni, e considerando le particolarità del 2020 che dovrà fare anche i conti con le elezioni presidenziali americane, per quanto riguarda l’asset allocation, Domenichini consiglia di investire su strategie che investono sul lato giusto del cambiamento. Per gli investimenti di medio termine, l’High Yield e in parte EMD possono essere asset class da accumulare. Il consiglio è optare per strategie decorrelate in un contesto di grande rimbalzo dei mercati negli ultimi mesi e di aumento della volatilità. T. Rowe Price Global Aggregate Bond e T. Rowe Price Dynamic Global Bond sono le migliori strategie per decorrelare il portafoglio e consolidare qualche plusvalenza del 2020. “Investiamo sul lato giusto del cambiamento e puntiamo alla qualità a prescindere dal settore”, ha spiegato Domenichini. “Osserviamo anche variabili qualitative come l’affidabilità e l’approccio long-term thinking del Management”.

 

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.