Pacquement (WFAM): nel credito italiano vedo valore

Per il senior portfolio manager e head of investment grade per il team credito Europa di Wells Fargo Asset Management (WFAM) pur rimanendo in una situazione difficile l'Italia dal punto di vista dei titoli può offrire... 
22/09/2020 | Marcella Persola

"L'Italia rimane in una posizione difficile, con basse prospettive di crescita e un elevato debito rispetto al Pil. Ma nel breve si intravedono delle opportunità sul fronte del credito" così sottolinea Henrietta Pacquement, senior portfolio manager e Head of Investment Grade per il team credito Europa di Wells Fargo Asset Management (WFAM). 

Pensa che questo sia un buon momento per investire in obbligazioni italiane? 

Il credito italiano continua ad offrire una modesta ripresa rispetto al più ampio universo dell'investment grade. Negli ultimi anni, le banche italiane hanno finalmente colto l'occasione per affrontare i livelli di adeguatezza patrimoniale e il volume delle sofferenze. Nel corso dell'estate, l'UE ha fatto un passo decisivo con l'approvazione del fondo di ripresa dell'UE. Riteniamo che questo aggiunga uno strumento politico significativo che sarà a disposizione dell'Europa per sostenere paesi come l'Italia. Tutto ciò rafforza le argomentazioni a favore del credito italiano. Tuttavia, l'Italia rimane in una posizione difficile, con basse prospettive di crescita e un elevato debito rispetto al Pil. Il Paese è stato inoltre particolarmente colpito dalla crisi di COVID-19. Di conseguenza, la selezione della sicurezza rimane fondamentale.

 

Per quanto riguarda il settore bancario, cosa pensa della recente ristrutturazione del mercato italiano, delle operazioni di M&A e del taglio dei crediti in sofferenza?

Il settore è entrato in crisi su basi più solide. Questo è chiaramente positivo. Data la natura degli eventi di quest'anno, anche la BCE e i governi europei hanno fornito un sostegno di liquidità e uno stimolo fiscale senza precedenti. Questo dovrebbe aiutare il sistema bancario italiano ad essere parte della soluzione e a stimolare la ripresa in corso. Ci aspettiamo un deterioramento della qualità degli attivi, ma l'impatto dovrebbe essere mitigato da un intervento pubblico su larga scala. Inoltre, le autorità di regolamentazione hanno bloccato i dividendi, i riacquisti e incoraggiato le banche a tagliare i bonus, che sostengono tutti gli investitori creditizi del settore.

 

In qualità di gestore di strategie di credito EUR investment grade, quali cambiamenti ha apportato all'esposizione delle obbligazioni italiane? Pensa che si tratti di un'opportunità a breve o medio termine?

Storicamente, il credito italiano tende a mostrare una maggiore volatilità rispetto ad altre aree del credito in EUR. Questo rende il credito italiano un'opportunità interessante per i manager attivi focalizzati sulla selezione dei titoli. Utilizziamo i periodi di volatilità per investire in crediti a livelli interessanti che riteniamo solidi da un punto di vista fondamentale. Attualmente, l'intervento della banca centrale sui mercati del credito rischia di limitare la volatilità dello spread, in quanto l'istituto vuole assicurarsi che le aziende possano continuare a finanziarsi in questi tempi difficili. Quindi, sì, crediamo che ci siano opportunità a breve e medio termine offerte dai titoli italiani su base selettiva.

 

Rispetto ad altri Paesi europei, come il Portogallo, la Grecia e la Spagna, come hanno recentemente offerto una grande opportunità e perché?

Hanno beneficiato di tendenze simili a quelle italiane e in alcuni casi sono stati in grado di affrontare la fragilità dei loro sistemi bancari in anticipo rispetto all'Italia. Come l'Italia, anche loro beneficeranno del fondo di recupero dell'UE. Lo shock esogeno di quest'anno ha causato una grave dislocazione della liquidità sui mercati del credito nei mesi di marzo e aprile, che ha fornito agli investitori un'importante opportunità di investire nel credito. A ciò si è aggiunta una pesante emissione di nuove emissioni, in quanto le aziende hanno corso per puntellare i loro profili di liquidità a livelli interessanti per gli investitori.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.