Gestore della settimana: opportunità ciclica sulle small cap USA

In questa intervista, Cormac Weldon, gestore di Artemis, spiega come trova occasioni tra le società a bassa capitalizzazione del mercato USA.
30/11/2020 | Max Malandra

Le società a piccolo capitalizzazione del mercato USA - le cosiddette small cap - dovrebbero trarre beneficio dai recenti sviluppi delle ultime settimane. Ne è convinto Cormac Weldon (nella foto), gestore azionario USA di Artemis.

 

Quali sono le motivazioni di quella che definisce "un'opportunità ciclica"?

Queste società sono più sensibili all’andamento dell’economia USA e le ultime novità – specialmente quelle relative al vaccino – sono state positive per quest’ultima. Una vittoria dei Democratici su tutti i fronti alle elezioni avrebbe forse portato ad un aumento delle tasse, che sarebbero ricadute in maniera sproporzionata sulle spalle delle piccole imprese.

 

Come sono le valutazioni?

Possiamo dire senza tema di smentita che le società a piccola capitalizzazione sono convenienti rispetto a quelle a grande capitalizzazione. Ciò non vuol dire che gli investitori debbano acquistarne le azioni indiscriminatamente. Infatti, le small cap presentano, relativamente alle società a grande capitalizzazione, una carenza qualitativa e sono più indebitate; inoltre alcune di esse tendono ad operare in settori non proprio tecnologicamente avanzati. Le società a piccola capitalizzazione che abbiamo in portafoglio tendono ad essere di dimensioni maggiori e sono negoziate nel segmento più liquido del mercato.

 

Da parte vostra come avete posizionato il portafoglio?

Negli ultimi mesi è stato posizionato per una ripresa ciclica, con gli industriali fortemente sovrappesati. Diversamente dalle fasi tipiche di ripresa dopo una recessione, i livelli delle scorte sono bassi. Tali livelli tendono comunque a normalizzarsi con la ripresa dell’economia e i prodotti devono essere trasportati in giro per il Paese. Kansas City Southern Lines è un esempio di investimento compatibile con questa tendenza.

 

Quali altri settori state monitorando?

Quello delle società finanziarie a piccola capitalizzazione è un settore su cui siamo cauti da diverso tempo. Le banche di dimensioni più grandi possono investire in tecnologie, l’elemento che fa la differenza. La sanità è un altro settore in cui siamo molto selettivi. Quest’ultimo è composto in buona parte da società molto piccole la cui valutazione è legata in larga misura a farmaci che ancora non sono stati approvati dalla  Food and Drug Administration. I nostri investimenti sono concentrati in società che sono nelle fasi iniziali della loro crescita  ma che comunque hanno già un prodotto approvato e presente nel mercato.

 

Insomma, siete decisamente positivi sul comparto...

Valutazioni interessanti in società a piccola capitalizzazione sono un buon viatico. Una ripresa ciclica già in atto e l’annuncio di vaccini imminenti dovrebbero deporre bene per le small cap. Inoltre la chiarezza politica che sembra profilarsi all’orizzonte – perlomeno per quanto riguarda le tasse – dovrebbe favorire la prospettiva di ottimi rendimenti delle società a piccola capitalizzazione nel medio periodo.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.