Gli stimoli guidano ancora la ripresa

Mark Dowding (BlueBay AM): “Per ora, qualsiasi cattiva notizia sul virus si traduce in aspettative di ulteriori politiche accomodanti e quindi nuovi acquisti di asset”
08/01/2021 | Paola Sacerdote

Nel suo consueto commento settimanale ai mercati, Mark Dowding, cio di BlueBay Asset Management, si sofferma sugli Stati Uniti, sui vaccini, sugli stimoli e su come gli ultimi sviluppi stanno cambiando le tempistiche della roadmap dei mercati per il resto dell’anno.

 

Commentando gli ultimi eventi di Oltreoceano, il cio osserva che la conquista della maggioranza del Senato da parte dei democratici grazie alla vittoria delle elezioni in Georgia è stato un risultato per certi versi inaspettato, che dovrebbe portare a misure fiscali più espansive rispetto allo scenario di un Senato a controllo repubblicano.

 

Quanto alla pandemia, le notizie sul Covid-19 sono diventate sempre più preoccupanti nelle ultime settimane, con le nuove varianti che sembrano accelerare il ritmo dei contagi, richiedendo misure di lockdown più draconiane per contenere il virus. Nonostante la campagna di vaccinazioni sia in corso nella maggior parte del mondo sviluppato, secondo Dowding “il picco di contagi e le misure adottate per contenere il virus sembrano rappresentare un rischio al ribasso per i dati sulla crescita nel 1° trimestre 2021. Da questo punto di vista, crediamo che le autorità continueranno a mantenere gli stimoli dove possono, al fine di supportare l’output economico". 

 

"Di conseguenza, le cattive notizie riguardanti il Covid-19 possono essere interpretate come un elemento che farà ritardare i trade reflazionistici, più che farli invertire. Se gli asset rischiosi dovessero subire un calo, crediamo che verrebbero subito ricomprati, con gli investitori che parlano già di un ‘J&J put’ (vale a dire, un ‘put’ sui mercati da parte di Jerome Powell e Janet Yellen)”.

 

“Da questo punto di vista” prosegue Dowding, “ci sembra che il 2021 stia iniziando in modo simile a come il 2020 era terminatoLa narrazione relativa alle politiche di supporto nel breve termine e alle speranze di una crescita più solida nel lungo termine ha creato condizioni favorevoli per i mercati negli ultimi mesi. Ciò potrebbe essere messo in discussione se sembrasse che le autorità si stiano tirando indietro dal fornire ulteriori stimoli, ma questo sviluppo non è nemmeno concepibile al momento. Per ora, qualsiasi cattiva notizia sul virus si traduce in aspettative di ulteriori politiche accomodanti e quindi nuovi acquisti di asset. In effetti, l’unico vero rischio che potrebbe cambiare questa narrazione sarebbe uno sviluppo in cui i vaccini si rivelassero non efficaci quanto sperato.”

 

Guardando avanti, Dowding ritiene che la narrativa di mercato non cambierà nei prossimi due mesi, anche se, dopo il rally degli spread dell’ultimo trimestre, qualsiasi ulteriore compressione sarà probabilmente molto più lenta. “Ci aspettiamo che i rendimenti USA aumentino nel medio periodo, ma sullo sfondo del Covid questo movimento potrebbe risultare attenuato per ora”. 

Il test più grande arriverà probabilmente quando i mercati sentiranno di aver oltrepassato il ‘segno dell’acqua alta’ per le politiche accomodanti. “Nella seconda metà dell’anno, potremmo assistere a dati sulla crescita molto più solidi sulla base della domanda repressa. Sebbene sia improbabile che le politiche vengano inasprite nel breve, il solo fatto che non avverranno altri accomodamenti potrebbe essere sufficiente per innescare una correzione.

 

“Nel 2020 abbiamo scritto molto sulla traiettoria a ‘K’ della ripresa, con Wall Street al rialzo, nonostante le difficoltà. Più avanti quest’anno questa forma a ‘K’ potrebbe invertirsi. La crescita solida dell’economia in generale potrebbe coincidere con un contesto più sfidante per gli asset finanziari e crediamo che sarà importante essersi posizionati ben in anticipo per questa svolta potenziale. Tuttavia, per ora, il virus ha rimandato questo punto di flesso ancora di qualche mese, quindi la tendenza nel 2020 rimarrà ampiamente intatta” conclude Dowding.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.