Il 2021 sarà l'anno della svolta per uscire dalla crisi

Secondo l'outlook presentato oggi da Capital Group, il 2021 rappresenta un punto di svolta per l'economia globale, la salute pubblica, la politica e non solo
20/01/2021 | Lorenza Roma

Secondo le previsioni di Capital Group, un giorno ci ricorderemo del 2021 come un anno importante, che ha segnato una svolta per l'economia globale, la salute pubblica, la politica e il modo in cui viviamo e lavoriamo nell'era digitale. Ecco cosa ne pensano Matteo Astolfi, managing director e Martyn Hole, investment director di Capital Group.

 

"Tutte le previsioni di crescita dipendono dall'evoluzione dei vaccini", ha spiegato Hole. "Permangono tuttavia rischi per una ripresa sostenuta, primo fra tutti la recrudescenza del Covid-19. Quando saranno disponibili i vaccini per una distribuzione di massa? Dalle sperimentazioni di Pfizer, Moderna, AstraZeneca e di altre aziende sono già giunti dati promettenti. Certo, ci vorrà del tempo prima che i vaccini siano ampiamente disponibili e per convincere le persone a farli; ci aspettiamo che entro la metà del 2021 saranno almeno quattro i vaccini ampiamente disponibili", ha aggiunto il director. "Tutti i governi europei hanno imposto ulteriori lockdown nazionali nel quarto trimestre in risposta alla seconda ondata della pandemia, minando l'attività nel settore dei servizi. Questo shock per la crescita metterà a dura prova la ripresa economica europea nel 2021", ha puntualizzato l'esperto che aggiunge "in Europa, sarà importante valutare la resilienza dei ricavi e la capacità delle società di affrontare la transizione della Brexit.

 

Con il procedere della ripresa, gli investitori che apprezzano la ricerca bottom-up sui fondamentali e gli investimenti altamente selettivi dovranno cercare di comprendere chi sono i vincitori e i vinti a lungo termine. L'economia post-pandemia avrà un aspetto estremamente diverso da quello del febbraio 2020: sarà più efficiente e più dinamica. "Il nostro compito è individuare le società in crescita che non solo hanno beneficiato della pandemia, ma che presentano il potenziale per continuare a generare una solida crescita negli anni a venire", ha spiegato Astolfi.

 

"Il futuro dell'assistenza sanitaria è tra le mura domestiche. L'attenzione del mondo si è concentrata sulla necessità di un vaccino anti Covid-19, ma gli straordinari progressi della tecnologia medicale e i cambiamenti nel comportamento dei consumatori contribuiscono a migliorare il benessere dei pazienti, a diminuire i costi medici e a generare opportunità per le società. La sanità sta vivendo un periodo di grande fermento", ha precisato Hole.

 

Le solide allocazioni obbligazionarie core continuano a rappresentare una strategia intelligente. Il calo azionario del 2020, il più rapido mai registrato nella storia, ha evidenziato quanto sia importante continuare a detenere obbligazioni di alta qualità come protezione contro la volatilità dei mercati. "Dopo i grandi afflussi nelle obbligazioni corporate USA, è giunto il momento di essere selettivi", ha affermato il director. "Gli investitori affollano questo mercato in cerca di maggiore reddito, ma bisogna evitare di assumersi troppi rischi. I settori del credito offrono ancora valore, ma la selettività è fondamentale. La stessa selettività è fondamentale anche nel debito dei mercati emergenti. Poiché tali mercati seguono le orme dell'allentamento della politica fiscale e di quella monetaria dei mercati sviluppati, vi è il rischio che l'indebitamento aumenti fino a diventare insostenibile", ha concluso Hole.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.