Green bond, i titoli sovrani alimenteranno la crescita

Gli analisti di AXA IM prevedono che “l’emissione di obbligazioni verdi andrà avanti, favorita dalla regolamentazione a supporto della transizione energetica”
09/03/2021 | Redazione Advisor

Il 2020 è stato l’anno migliore in termini di emissioni per il mercato dei green bond, che oggi vale 800 miliardi di dollari con 375 emittenti totali.

“La domanda di obbligazioni green, social o sustainable – spiegano gli analisti di AXA IM - è in aumento, spinta anche dall’impegno dei governi a ridurre le emissioni e a finanziare la transizione energetica. Investire nella sostenibilità continua ad essere in cima alle agende di governi, aziende e investitori, tanto che, nonostante la pandemia di Covid-19, nel 2020 il mercato dei green bond è cresciuto esponenzialmente. Oggi vale 800 miliardi, un mercato più ampio di quello dell’high yield europeo, e si stima che per fine 2021 potrebbe superare1 trilione. Nel complesso, lo scorso anno sono stati emessi green bond per un valore di 240 miliardi, un 20% circa in più rispetto al 2019. E ci sono tutti gli elementi perché la tendenza continui quest’anno e oltre”.

“L’emissione di obbligazioni verdi – prevedono gli esperti - andrà avanti, favorita dalla regolamentazione a supporto della transizione energetica. Politiche net-zero carbon, transizione energetica e bisogno di trasparenza spingono il mercato Negli ultimi anni c’è stata una significativa crescita d’interesse verso i green bond da parte degli investitori impegnati nella decarbonizzazione dei propri asset e ciò spiega in parte la rapida crescita di un mercato globale che potrebbe superare $1 trilione a fine 2021”.

Diversi fattori potrebbero spingere la crescita del mercato del debito sostenibile. “Innanzitutto, un numero crescente di governi si è impegnato a una politica “net zero carbon”, volta a ridurre le emissioni inquinanti. In secondo luogo, tutti i settori dell’economia sentono forte la pressione a prepararsi per affrontare i rischi e le opportunità che il cambio climatico può rappresentare. Infine, negli Stati Uniti il presidente Joe Biden si è impegnato a investire $2 trilioni nella transizione energetica, mentre in Europa il 30% del Recovery Fund sarà dedicato a questo settore”.

“In AXA Investment Managers monitoriamo con grande attenzione l’evoluzione delle obbligazioni ad impatto”, spiega Lorenzo Randazzo, senior institutional sales manager di AXA IM. “Gestiamo oltre 13 miliardi di euro di impact bond (green, sustainable e social bond) tramite portafogli specializzati e creando specifiche allocazioni a impatto all’interno di gestioni tradizionali. A parità di rischio/rendimento privilegiamo questi strumenti rispetto alle emissioni convenzionali perché oltre a beneficiare di un vantaggio informativo importante (Framework e rendicontazione dei proventi allocati) forniscono un impatto positivo sulla società”.

“La domanda per il Btp green è stata, senza sorpresa, enorme”, ha commentato Johann Plé, senior portfolio manager di Axa IM. "Inoltre, il prezzo per la nuova obbligazione datata aprile 2045 “è rimasto equo ed entro 3 punti base dalla guidance iniziale, oltre a essere in linea con la curva del mercato secondario che sembra particolarmente ragionevole. La buona accoglienza riservata a questa emissione conferma la nostra opinione che i titoli sovrani rappresenteranno un forte motore di crescita per i green bond nel 2021 e dovrebbero rafforzare la volontà della Spagna e di altri di seguirne l'esempio”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.