Cina, nessun rialzo netto dei tassi all'orizzonte

Comgest analizza la situazione dei mercati in Cina con particolare attenzione alle opportunità d’investimento e le realtà più interessanti dell’ultimo periodo
18/03/2021 | Lorenza Roma

"Con gli investitori globali che esprimono preoccupazione per l'aumento dei tassi di interesse, anche la Cina ha sentito la pressione e ha registrato una performance debole a febbraio", ha commentato Jasmine Kang, gestore del fondo Comgest Growth China di Comgest. "Nel frattempo, i dati macro continuano a suggerire una crescita economica costante sia negli investimenti che nella domanda. Storicamente il ciclo dei tassi d’interesse cinesi ha mostrato poca correlazione e quest’anno non sembra indicare un netto rialzo. Una normalizzazione del mercato del credito dovrebbe raffreddare alcuni entusiasmi nel breve periodo verso le società in rapida crescita ma che accumulano perdite", ha aggiunto il gestore.

 

"La riunione annuale del Congresso Nazionale del Popolo cinese (NPC) si è tenuta il 5 marzo. Con la crescita attesa quest'anno in forte ripresa, la direzione della politica si sposterà probabilmente verso il controllo del rischio e della leva finanziaria. Probabilmente sarà mantenuta una posizione di politica monetaria più prudente. Il contesto macroeconomico generale resta stabile, piuttosto che suggerire un ciclo di contrazione", ha precisato il gestore che ha aggiunto " i viaggi entro i confini nazionali sembrano sulla buona strada per un ritorno ai livelli pre Covid-19 nel corso dell’anno. TravelSky e Samsonite hanno continuato a essere riprezzati, mentre il business di Lepu Medical è stato resiliente, come mostrato dai suoi risultati del 2020 in cui ha segnato utili ricorrenti pari al 15% in un periodo in cui il governo ha cercato di spingere verso il basso i prezzi dei prodotti dell'azienda. Anche Shandong Weigao è stata debole durante il mese per ragioni simili; peraltro, il governo cercherà anche di tagliare i prezzi dei prodotti ortopedici nei prossimi mesi.

 

"La campagna antitrust continua a pesare sul prezzo delle azioni di Alibaba. Restiamo ottimisti riguardo il ruolo di leader dell'azienda nel settore dell’e-commerce cinese e riteniamo che l'impatto dell'indagine per antitrust sarà limitato. Pensiamo che il mercato abbia sottovalutato il suo core business e alcuni dei segmenti in rapida crescita come il cloud, il new retail, la logistica di Cainiao e l'e-commerce nel sud-est asiatico. Ha destato interesse AAC Technologies per il suo forte franchise nell’acustica e nell’aptica. Inoltre ci aspettiamo una concorrenza meno intensa e una stabilizzazione della quota di mercato grazie a iPhone 12", ha concluso Kang.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.