Wealth Management, tutti pronti per la virata dell'iper-personalizzazione

A confermarlo ulteriormente è anche l’ultima survey di Objectway intitolata “Are you developing a hyper-personalised strategy?” che illustra i risultati di un sondaggio
07/06/2021 | Marcella Persola

Iper-personalizzazione e servizi tailor-made. E’ questo il futuro che aspetta l’industria del wealth managent. A confermarlo ulteriormente è anche l’ultima survey di Objectway, società attiva nel mondo dei servizi e dei software per il Digital Wealth & Asset Management, intitolata “Are you developing a hyper-personalised strategy?” che illustra i risultati di un sondaggio realizzato coinvolgendo Wealth & Investment Manager nazionali ed esteri interessanti al’utilizzo di servizi iper-personalizzati nel Wealth Management e su come le aziende li stiano sfruttando per ampliare la base di clienti e garantire la loro crescita futura.

 

Vediamo i risultati emersi. Più della metà dei gestori patrimoniali intervistati ha sviluppato o sta lavorando a una strategia di iperpersonalizzazione, dimostrando che diventerà una priorità assoluta dell’agenda digitale, in particolare ora, poiché potrebbe rappresentare il futuro dell’engagement dei clienti nell’era post-Covid.

 

4 intervistati su 10 stanno implementando una costruzione del portafoglio e raccomandazioni di prodotto iper-personalizzate, in cui vengono applicati intelligenza artificiale, analisi dei dati e machine learning per creare proposte d’investimento personalizzate, che rappresentano il risultato più importante secondo un terzo del panel intervistato.

Pianificazione finanziaria (18%) e profilazione del rischio (18%) specifiche, e rendicontazione (16%) sono equamente posizionate, sottolineando che l'utilizzo di tecnologie avanzate per analizzare il comportamento dei clienti consente di fornire una consulenza su misura a tutto tondo sulle decisioni di investimento.

 

Solo il 25% degli intervistati può fare affidamento sulle scienze comportamentali e sulla sentiment analysis per personalizzare la client experience, mentre la maggior parte del panel (67%) vorrebbe sfruttarle.

 

La consulenza finanziaria e la rendicontazione sono generalmente basate sui dati, ma le informazioni utilizzate a questo scopo sono di norma molto limitate. C'è ancora molta strada da fare prima che la tecnologia basata sull'intelligenza artificiale sia al centro dell'iper-personalizzazione nel Wealth Management.

 

Alberto Cuccu, ceo di Objectway International, ha commentato: "Per personalizzare l'esperienza del cliente, le informazioni e le preferenze degli investitori dovrebbero essere catturate ad ogni punto di contatto. Quasi la metà degli intervistati sostiene che l'uso dell'iper-personalizzazione è essenzialmente finalizzato a migliorare la client experience e di conseguenza ad acquisire un vantaggio competitivo. Ad oggi, il settore del Wealth Management ci sta lavorando. Ciò conferma che sarà un tema importante nei prossimi anni.”

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.