Mercati, la variante Delta non scalfisce l’ottimismo

Dowding (BlueBay): “Ci sembra appropriato mantenere un cauto ottimismo rispetto alla capacità delle società di gestire il virus nei prossimi mesi”
27/08/2021 | Redazione Advisor

“Il nostro outlook economico resta invariato”. Tuttavia, spiega Mark Dowding, cio di BlueBay, “abbiamo analizzato ulteriormente i dati a livello di singoli Paesi per cercare di comprendere i rischi che potrebbero minare la nostra view, potenzialmente legati alla diffusione della variante Delta”.

"Nel breve periodo – prevede il gestore - sembra che il numero di casi potrebbe raggiungere il picco in Florida, uno degli Stati con il maggior aumento di casi negli USA. Anche in Europa il numero di infezioni e ospedalizzazioni sembra aver raggiunto il plateau. Tuttavia, sembra che resti spazio per un’ulteriore accelerazione negli Stati e nei Paesi che hanno un tasso di vaccinazione inferiore. Ci colpisce il fatto che, con un indice di trasmissibilità attorno all’8, sembrerebbe che, per raggiungere un punto di equilibrio stabile, il 90% della popolazione dovrebbe sviluppare gli anticorpi contro il Covid. Questa view sembra supportata dall’analisi sui dati relativi agli anticorpi nel Regno Unito”.

“Spostandoci altrove – continua il manager - la recente accelerazione dei casi e delle ospedalizzazioni tra la popolazione vaccinata in Israele è stata fonte di preoccupazione. Tuttavia, sembra che per gestire la situazione si stia ricorrendo alla terza dose, con le somministrazioni che sono già iniziate. Di conseguenza, ci sembra appropriato mantenere un cauto ottimismo rispetto alla capacità delle società di gestire il virus nei prossimi mesi. Tuttavia, l’incertezza sulle condizioni durante l’inverno, con il raffreddamento delle temperature nell’emisfero settentrionale e il ritorno a spazi chiusi, continua ad essere fonte di preoccupazione. In modo simile, c’è il rischio che emergano nuove varianti, anche se alcuni studi sembrano supportare l’idea che il Covid si sia già evoluto tanto da raggiungere la sua ‘forma ottimale’ nella variante Delta, il che implica che questi timori potrebbero iniziare a svanire”.

“Restiamo ottimisti e fiduciosi riguardo al fatto che il tema della reflazione avrà ancora spazio, nel contesto del ‘ritorno a scuola’”, conclude Dowding.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.