Kairos: Italia nuova terra di investimento

Da bistrattata in Europa a nuova terra di investimento, il Bel Paese si trova di fronte ad un’occasione unica e irripetibile. Ne discuterà Kairos nella conferenza che terrà al Salone del Risparmio
13/09/2021 | Redazione Advisor

L’Italia da bistrattata in Europa a nuova terra di investimento. Con gli afflussi del Next Generation EU e il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) l’Italia si trova di fronte ad un’occasione unica e irripetibile. Ne è convinta Kairos che in occasione del prossimo Salone del Risparmio che si terrà il 15, 16 e 17 settembre, terrà una conferenza dal titolo: THE ITALIAN JOB: Perché oggi l'Italia è il luogo dove investire? (In programma il 16 settembre alle ore 17.30) proprio per evidenziare quali sono le opportunità presenti nel Bel Paese e come sfruttarle.

 

“L’Italia sta attraversando una nuova primavera legata soprattutto al cambio di governo e alla credibilità e stabilità che Draghi sta dimostrando, dopo decenni di incertezza” sottolinea Massimo Trabattoni (nella foto), head of Italian Equity di Kairos. Gli investitori sembrano voler dare credito a questo cambio di passo e hanno ricominciato a guardare all’Italia come terra di investimenti.

 

Questa rinnovata fiducia nelle imprese italiane si nota non solo osservando la performance dei componenti del FTSE MIB, ma anche e soprattutto guardando alle società di piccola e media capitalizzazione. “Da inizio anno il FTSE MIB ha messo a segno rialzi a doppia cifra e nello stesso periodo le small e mid cap di Piazza Affari si sono messe in evidenza con performance ancora più robuste” spiega Trabattoni. “È vero che queste società hanno beneficiato dei tassi bassi ma, a causa della loro struttura patrimoniale, spesso non hanno la possibilità di autofinanziarsi e quindi devono raccogliere equity dal mercato per crescere e svilupparsi”, continua Trabattoni.

A confermare questa tendenza vi è anche il numero significativo e molto al di sopra della media storica di offerte pubbliche riguardanti appunto small e mid cap italiane. Questo lascia intendere che al di là degli spesso contingenti flussi finanziari, vi è un reale appetito per asset dell’economia reale italiana.

 

“Tuttavia è indispensabile essere selettivi - avverte il gestore di Kairos - perché le valutazioni sono cresciute molto e in diversi casi i margini per nuovi rialzi si sono ridotti sensibilmente. Ciò riguarda anche titoli che oggi beneficiano di un momentum positivo per il proprio settore, ma che potrebbero scontare valutazioni molto meno favorevoli nell’eventualità di un brusco rialzo dei tassi”.

 

E dopo aver lanciato un Eltif - KAIS Renaissance ELTIF - nel settembre 2020, Kairos è pronta al lancio di un fondo di venture capital.

“Il nostro obiettivo, come da tradizione di Kairos, è quello di non comprare un titolo, ma un’azienda. Vogliamo aiutare gli imprenditori in ottica di 3/5 anni a quotarsi e a crescere. Il nostro ruolo è proprio quello di contribuire concretamente allo sviluppo e alla crescita del nostro Paese" conclude Trabattoni.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.