La pillola anti Covid di Pfizer sarà il vero game changer

Filippo Lanza (Hedge Invest Sgr): “Una politica monetaria restrittiva, le problematiche logistiche, l’elevata inflazione e gli irrisolti problemi cinesi possano portare ad un aumento della volatilità da qui a fine anno”
25/11/2021 | Redazione Advisor

“Con alle porte un’inversione della politica monetaria che ha caratterizzato l’ultima decade, i nostri timori per la stagione autunnale erano per un ambiente con meno liquidità, il che avrebbe portato una maggiore volatilità sui mercati azionari; ebbene, le nostre preoccupazioni non si sono concretizzate”. Filippo Lanza, gestore del fondo HI Numen Credit Fund, Hedge Invest Sgr, sottolinea che “la domanda rimane comunque molto forte, come del resto è riflesso nei dati a livello globale, tanto che l'offerta fatica a seguire le richieste, con i costi di input che crescono, in alcuni casi a livelli record”.

“Questo - constata il manager - è un cigno nero nel settore della logistica seppure siamo convinti che la situazione andrà normalizzandosi. Potremmo però rimanere in questa situazione di scarsa offerta per mesi. L'inflazione rimarrà alta per qualche tempo, in un contesto di mercato del lavoro veramente molto tirato. Durante la stagione degli utili, le società in generale hanno dimostrato una buona capacità di passare al cliente la crescita degli input cost. Una lettura relativamente positiva della situazione economica ha portato la Fed ad avviare il tapering, visto che il mercato prezza una risalita dei tassi a livello globale”.

Il gestore continua a pensare che “una politica monetaria restrittiva, le problematiche logistiche, l’elevata inflazione e gli irrisolti problemi cinesi possano portare ad un aumento della volatilità da qui a fine anno, ma le nostre posizioni si sono moderatamente ammorbidite, visto che le delusioni sulla crescita del terzo trimestre sono già prezzate nel quarto trimestre, che ci aspettiamo comunque più solido”.

“Probabilmente - conclude Lanza - la novità più importante è quella sulla nuova pillola anti Covid di Pfizer: crediamo che questo rappresenti un vero game changer e che, una volta che sarà prodotta in massa, il Covid si trasformerà in una semplice influenza. Dopo il massivo cambio in posizionamento avvenuto di recente, crediamo che ci sia veramente una forte pressione al rialzo sulla curva dei governativi”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.