ETF, continua la crescita del mercato europeo

“Con 82 miliardi di euro di net new asset registrat, il 2022 si posiziona come il quinto miglior anno in termini di flussi”. E’ quanto viene rilevato dagli analisti di Amundi ETF
23/01/2023 | Redazione Advisor

“Con 82 miliardi di euro di net new asset registrati nel mercato degli ETF, il 2022 si posiziona come il quinto miglior anno in termini di flussi”. E’ quanto viene rilevato dagli analisti di Amundi ETF .

“Le masse gestite - proseguono gli esperti - si sono attestate a 1.240 miliardi di euro e il mercato ha registrato una crescita annua del 17% nell'ultimo decennio. Nel corso dell’anno gli investitori hanno cercato indicazioni utili per riposizionare i propri portafogli, subendo perdite significative nelle allocazioni sia azionarie sia obbligazionarie”.

Azioni: + 51,4 miliardi di euro: “È stato osservato un interesse particolare per le esposizioni mondiali e statunitensi a scapito di quelle europee che hanno registrato deflussi significativi. I mercati emergenti hanno raccolto flussi costanti mese dopo mese. La Cina è rimasta in cima all'agenda degli investitori. Le esposizioni all'energia alternativa e alla cyber security hanno guadagnato terreno, generando afflussi importanti negli ETF tematici”.

Reddito fisso: + 31,6 miliardi: “Il 2022 è stato un anno sfidante per gli investitori del reddito fisso, che hanno subito perdite nella fase di ribasso del mercato. Di conseguenza, gli investitori del reddito fisso hanno costantemente adattato la loro esposizione al rischio. Nel secondo trimestre, gli investitori hanno inizialmente ricercato esposizioni obbligazionarie a breve termine, come gli ETF sui crediti a breve termine, per adeguare il proprio rischio di duration in un contesto di tassi più elevati. Con il proseguire dell'anno e del ciclo restrittivo delle banche centrali, è aumentata la propensione per le esposizioni con duration più lunga. I segmenti maggiormente privilegiati sono stati l’obbligazionario governativo (prevalentemente EUR e USD) e l’obbligazionario societario investment grade. Il debito dei mercati emergenti ha registrato deflussi significativi, soprattutto nelle obbligazioni denominate in yuan cinese (CNY)”.

Gli esperti di Amundi concludono sottolineando che “si conferma il forte interesse per le esposizioni ESG: “Nel 2022 gli ETF ESG hanno raccolto 52,7 miliardi di euro, principalmente nelle esposizioni climatiche e ESG Broad. La quota maggiore è andata agli ETF ESG a reddito fisso, che hanno attirato il 66% dei flussi complessivi del reddito fisso (20,8 miliardi di euro di net new asset su 31,6 miliardi di euro)”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.