Morgan Stanley IM: i flussi netti crescono del 148%

I dati del terzo trimestre del 2020 mostrano dei buoni risultati sia sul fronte dei ricavi, dell'utile e della raccolta.
16/10/2020 | Marcella Persola

Si chiude con risultati positivi il terzo trimestre del 2020 per la banca Morgan Stanley. In particolare la banca ha generato degli incrementi sia sul fronte dei ricavi netti passati da 10,03 miliardi di dollari del terzo trimestre del 2019 a 11,7 miliardi nello stesso periodo del 2020. In aumento anche l’utile netto salito a 2,7 miliardi di dollari (+25%) rispetto ai 2,2 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso.

 

Buona la performance anche Morgan Stanley Investment Management che ha registrato una crescita dei ricavi del 38% a 1,06 miliardi contro i 764 milioni del 2019. La masse in gestione nel terzo trimestre del 2020 salgono a 715 miliardi (+41%), mentre la raccolta netta a lungo termine sale a 10,4 miliardi (+148%) rispetto ai 4,2 miliardi del terzo trimestre del 2019.

 

James P. Gorman, presidente e ceo di Morgan Stanley, ha dichiarato: “Abbiamo conseguito dei risultati trimestrali solidi, in quanto i mercati sono rimasti attivi durante i mesi estivi e il nostro modello di business equilibrato ha continuato a fornire rendimenti elevati e costanti. Il completamento dell'acquisizione di E*TRADE, il successivo upgrade del rating da parte di Moody's e l'acquisizione recentemente annunciata di Eaton Vance rafforzano in maniera significativa la nostra società e ci posizionano bene per una crescita futura”.

 

Intanto l’acquisizione di Eaton Vance (leggi qui la notizia) ha garantito a MSIM masse superiori a 1 trilione di dollari, aggiungendo nuove aree di prodotto e di offerta e garantendo un network di distribuzione in Usa ancora più ampio.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.