Azimut, raccolta di un miliardo a settembre: 15,3 da inizio anno

Il ceo Blei: “La crescita futura del gruppo si baserà anche sull’espansione all’estero che costituisce uno dei pilastri della strategia di sviluppo e diversificazione geografica”
07/10/2021 | Daniele Riosa

La raccolta di Azimut va a gonfie vele. Il gruppo ha registrato nel mese di settembre flussi netti positivi per un miliardo di euro, (648 milioni ad agosto) raggiungendo così circa 15,3 miliardi da inizio anno (8,4 miliardi al netto del consolidamento di Sanctuary Wealth).

Il dato di raccolta nel mese di settembre ha beneficiato del consolidamento di Cranage Financial Group in Australia, che entra a far parte di AZ NGA, per un totale di 140 milioni nella componente amministrata, così come dei buoni flussi di raccolta registrati da Sanctuary Wealth. Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine settembre a 78,6 miliardi, di cui 52,4 miliardi fanno riferimento alle masse gestite.

Gabriele Blei, ceo del gruppo, spiega che “la crescita prosegue con un ritmo sostenuto anche nel mese di settembre, mese storicamente debole per le attività finanziarie. Nonostante il recente aumento della volatilità sui mercati, la performance media netta al cliente resta positiva di +5%. La recente incertezza sui mercati finanziari spinge maggiormente la nostra clientela e le nostre reti distributive a rivedere l’asset allocation dei portafogli, includendo prodotti di economia reale. Siamo gli unici ad offrire tramite i nostri consulenti finanziari una gamma diversificata di prodotti, sia liquidi che illiquidi, che continuerà ad espandersi per cogliere le opportunità, soprattutto nei mercati privati”.

“Inoltre - conclude Bei - la raccolta e la crescita futura del gruppo si baserà anche sull’espansione all’estero, che costituisce uno dei pilastri della strategia di sviluppo e diversificazione geografica, le cui masse hanno raggiunto il 39% del totale”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.