Morgan Stanley: crescono i ricavi della divisione wealth management

Per James P. Gorman, presidente e amministratore delegato "La performance dell'azienda è stata resiliente ed equilibrata in un ambiente incerto e difficile".
14/10/2022 | Marcella Persola

Il terzo trimestre del 2022 si è chiuso per Morgan Stanley con un utile netto di 2,6 miliardi di dollari, rispetto ai 3,7 miliardi di dollari dello stesso periodo dell'anno precedente. I ricavi  invece sono stati di 13,0 miliardi di dollari, rispetto ai 14,8 miliardi di dollari di un anno fa.

I risultati ottenuti - così come evidenzia una nota del gruppo - dimostrano la forza del business diversificato di Morgan Stanley, in grado di affrontare il difficile contesto di mercato.

L'attività diversificata della divisione Investment Management ha conseguito risultati in linea con il trimestre precedente. I ricavi sono stati pari a 1,2 miliardi contro gli 1,5 miliardi del terzo trimestre del 2021. L'utile ante-imposte è stato di 116 milioni contro i 370 milioni del terzo trimestre dello scorso anno e le masse in gestione sono scese a 1,3 trilioni dai 1,5 trilioni dello scorso anno.

La divisione WM ha registrato ricavi in crescita da 5,93 miliardi ai 6,1 miliardi del terzo trimestre del 2022.


James P. Gorman, presidente e amministratore delegato, ha dichiarato: "La performance dell'azienda è stata resiliente ed equilibrata in un ambiente incerto e difficile. La gestione patrimoniale ha aggiunto 65 miliardi di dollari di nuove attività nette e ha prodotto un margine al lordo delle imposte del 28%, escludendo le spese di integrazione, dimostrando scala e stabilità nonostante il calo del valore degli asset".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.