Usa, la Fed fa i conti con i deludenti dati sull'occupazione

Davide Marone, senior analyst di FXCM Italia, valuta l'impatto sulle future decisioni della Banca centrale statunitense
05/09/2016 | Davide Mosca

I dati Usa sull'occupazione per il mese di agosto deludono le attese. I nuovi posti di lavoro creati si fermano 151mila contro una previsione di 180mila per un tasso di disoccupazione del 4,9% contro una stima al 4,8. A completare il quadro negativo arriva un peggioramento delle rilevazioni su salario orario medio su media di ore settimanali.

 

 

 

 

 

Oltre all'impatto automatico su valute e listini, fa notare Davide Marone, senior analyst di FXCM Italia, "ciò avrà ripercussioni anche sulle possibili manovre Fed che, nell’ambito del rinnovato approccio data dependent, riterrà tale rilevazione come un ulteriore passo indietro rispetto al proposito di aumentare i tassi di interesse entro l’anno." 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.