BMO, come interpretare il rialzo dei rendimenti dei governativi

L'accettazione da parte delle Banche centrali del consolidamento della crescita globale muove i titoli di stato
22/08/2017 | Davide Mosca

"Dal 26 giugno fino alla fine di luglio, i rendimenti di titoli di stato decennali sono aumentati di 17 punti base negli Stati Uniti, di 22 in Germania, di 24 nel Regno Unito e di 30 in Canada." La riflessione sul prossimo futuro dei mercati del team multi asset di BMO Global Asset Management parte dal mutato atteggiamento delle Banche centrali che in seguito all'accettazione del consolidamento della crescita globale hanno contribuito a mettere il turbo ai rendimenti obbligazionari. 

 

 

Il dato sugli utili societari, previsti in crescita su scala globale, favorisce inoltre un consolidamento del contesto favorevole al rischio mentre uno dei pochi elementi di perplessità all'interno di un quadro altrimenti coerente sono rappresentati dai dati sull'inflazione core e slariale provenienti dagli Stati Uniti, dove nonostante una disoccupazione a zero hanno subito entrambi dei rallentamenti. L'estensione del ciclo economico sembra comunque in grado di invertire tale tendenza.

 

 

"I temi centrali su cui ci focalizziamo attualmente - si legge nella nota del team multi asset di BMO Global Asset Management - sono: la crescita sostenuta dell’economia europea, la debolezza nel Regno Unito e l’assenza di pressioni inflazionistiche. Così una crescita economica globale in espansione e la svolta positiva degli utili società, uniti a tassi di inflazione e al costo dei finanziamenti modesti, continuano a supportare i mercati azionari."

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.