Schroders, nuova partnership nell'impact investing con BlueOrchard

Continua il processo di espansione della casa di investimento anglosassone che grazie a questa operazione si rafforza nel mercato del private debt e del private equity dei mercati emergenti
30/07/2019 | Marcella Persola

Nuova partnership per Schroders. La casa di investimenti anglosassone ha annunciato di aver avviato una collaborazione con BlueOrchard Finance Limited, attraverso la quale Schroders acquisirà una quota di maggioranza in BlueOrchard, società leader nell’impact investing.  

 

BlueOrchard è considerata una pioniera nella microfinanza e nell’impact investing. Fondata nel 2001, è stata il primo gestore commerciale al mondo di investimenti nel debito della microfinanza. Oggi la società, basata in Svizzera e con masse in gestione globali di 3,5 miliardi di dollari (dato al 31 maggio 2019) offre agli investitori soluzioni di impact investing premium in diverse asset class, comprese credito, private equity e infrastrutture sostenibili ed è esperta nei mandati innovativi di blended finance.

 

La partnership di Schroders con BlueOrchard supporta, come evidenzia una nota del gruppo,  l’espansione delle capability della casa di investimento a livello di sostenibilità e permetterà di offrire soluzioni migliori ai clienti che cercano investimenti che abbiano un impatto benefico sulla società e sull’ambiente, e che allo stesso tempo generino rendimenti positivi. Tale partnership accelera anche la crescita di Schroders nel segmento del private debt e del private equity nei mercati emergenti.  

Non ci saranno cambiamenti all’interno del team di management, nei processi o nelle strategie che BlueOrchard gestisce. Peter A. Fanconi resterà chairman del Consiglio di Amministrazione e Patrick Scheurle ceo di BlueOrchard. Schroders nominerà Peter Harrison (Group Chief Executive), Georg Wunderlin (Global Head of Private Assets) e Stephen Mills (Executive Chairman of Schroder Adveq) all’interno del board.

 

Peter Harrison, group chief executive, Schroders, ha affermato: “Schroders crede fermamente nel valore che gli investimenti possono creare per la società, soprattutto nei mercati emergenti e di frontiera. L’expertise di BlueOrchard in questo ambito è eccezionale. Condividono i nostri valori e riconoscono che tramite la combinazione dei nostri sforzi possiamo decisamente contribuire a un cambiamento positivo. Hanno tracciato la strada per il futuro della nostra industria e siamo lieti di stringere questa partnership”.   

 

L’acquisizione dovrebbe essere completata nella seconda metà del 2019 ed è soggetta alle usuali condizioni di closing, incluse le autorizzazioni regolamentari.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.