Nuovi allentamenti da BCE e BoE, recessione inevitabile

In risposta all’emergenza del Coronavirus, la BCE e la BoE annunciano nuove misure per ripristinare la fiducia nei mercati. La view di Schroders
20/03/2020 | Lorenza Roma

Dopo la reazione negativa dei mercati finanziari allo scorso meeting, la BCE ha deciso di aumentare il suo pacchetto di stimoli nel tentativo di ripristinare la fiducia nei mercati. Il commento di Azad Zangana, senior european economist and Strategist di Schroders, in merito alle nuove mosse di BCE e BoE per rispondere all’emergenza Coronavirus.

 

I titoli di Stato periferici sono entrati in sell-off, aumentando il costo del finanziamento per governi e imprese e il rischio di assistere a una ripetizione della crisi del debito sovrano. È stata concessa una deroga speciale all'idoneità delle obbligazioni per consentire l'acquisto dei titoli di Stato greci, dato che al momento non godono del rating investment grade. Presumibilmente, ciò è stato deciso pensando anche ai titoli di Stato italiani, dato che l’Italia è precariamente vicina a perdere il suo rating investment grade. Nel complesso, il nuovo pacchetto da 750 miliardi di euro della BCE si avvicina decisamente di più all’ordine di grandezza necessario per sostenere la fiducia degli investitori. Tuttavia, finché non vi sarà una garanzia esplicita che la BCE è pronta a fornire totale supporto all’Italia in caso fosse necessario un bail-out, continuerà a persistere il rischio di una crisi del debito.

 

Sebbene l’esito dell’ultimo meeting della BoE sia stato migliore rispetto a quello della BCE, anche l’Istituto britannico ha deciso di annunciare nuove misure di emergenza in scia a un aumento dei rendimenti dei Gilt che ha provocato un inasprimento delle condizioni finanziarie. Le azioni della BoE aiuteranno a spingere al ribasso i rendimenti obbligazionari, così come i costi di finanziamento per coloro che hanno sottoscritto dei mutui e per i mutuatari commerciali, contribuendo così a ridurre le probabilità di stress finanziario. Tuttavia, le misure della BCE e della BoE non fermeranno la profonda recessione che ora si attende.

 

In futuro, gli esperti di Schroders continuano ad aspettarsi che la BCE tagli il tasso sui depositi di 10 punti base, aumentando ulteriormente gli acquisti di asset. Per quanto riguarda la BoE, altre riduzioni dei tassi sono improbabili, ma potrebbe certamente incrementare il QE.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.