Candriam, i settori su cui puntare in tempo di crisi

Nel nuovo contesto economico, quali settori sapranno beneficiare dei cambiamenti in atto? La risposta del team di Candriam
02/04/2020 | Lorenza Roma

La crisi legata al Coronavirus trasformerà in modo permanente la società e l’economia, con implicazioni di medio termine per gli investimenti. Quali sono i settori a cui guardare nel nuovo contesto economico? Rispondono gli esperti dell’asset allocation team di Candriam. "In questo contesto abbiamo rilevato tre focus di medio termine: tecnologia, healthcare, prodotti sostenibili ed energie rinnovabili", spiegano gli esperti. "A nostro avviso, il settore tecnologico sarà il principale beneficiario se consideriamo che il distanziamento sociale rappresenta il più grande test di massa mai visto. In secondo luogo, nulla più di una crisi mette in risalto la necessità di aumentare la spesa sanitaria. Il terzo focus è sulle energie rinnovabili e sugli altri prodotti sostenibili che rappresentavano già un’area in crescita prima della crisi e dovrebbero continuare su questo percorso", aggiungono.

 

"Il Coronavirus ha il potenziale per innescare un cambiamento ancora più radicale nel nostro uso quotidiano della tecnologia. Dovremmo assistere a una crescita per i mercati delle connessioni a banda larga, dei semiconduttori, della connettività, dei software, dei social media ma, d‘altro canto portano con sé anche un aumento del cybercrime", precisano gli esperti.

 

La sostenibilità e le energie rinnovabili avranno sempre maggiore rilevanza. L’attività di ricerca in house che Candriam conduce da oltre 15 anni indica che esistono validi motivi di valutazione per investire in società con elevato rating ESG. Si tratta tendenzialmente di società con uno stile “quality growth”, anziché “value”, per le quali prevediamo buone performance nel medio termine. Le società con buon punteggio ESG tendono inoltre ad essere meno indebitate, un aspetto importante visto l’attuale contesto di crisi finanziaria. Alla luce di queste considerazioni, gli esperti del team di Candriam, focalizzano la loro attenzione su tre temi: efficienza energetica, risorse e sprechi, ed energie rinnovabili, ognuno dei quali beneficia degli attuali e dei futuri obiettivi dei governi, in particolare di quelli europei, più avanti nell’adozione di una tassonomia verde. Questi temi sono anche dei driver per un miglioramento dei fondamentali. Le società che supportano le aziende e i singoli consumatori a utilizzare meno energia, aiutano gli stessi clienti a risparmiare denaro. Allo stesso tempo, l’efficienza energetica contribuisce anche a limitare la dipendenza dell’UE dalle importazioni di petrolio e gas. Le tecnologie volte ad aumentare l’efficienza delle risorse e che oggi sono particolarmente redditizie, in molti casi hanno mosso i primi passi, come molte nuove tecnologie, grazie a varie forme di aiuti statali per poi spiccare il volo una volta che il settore aveva raggiunto una soglia critica. Le energie rinnovabili stanno già beneficiando della fiducia dei loro early adopters, e i loro parametri di economicità continuano a migliorare.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.