Crisi dei mercati, le regole d’oro dell’investimento

La diffusione dell'epidemia di Coronavirus ha generato una crisi senza precedenti. I consigli di La Financière de l’Echiquier
02/04/2020 | Lorenza Roma

In questo contesto dove gli effetti della pandemia di Covid-19 sono specifici e senza precedenti. David Ross, CFA, gestore azioni internazionali di La Financière de l’Echiquier, elenca le regole d'oro dell'investimento in tempo di crisi.

 

1) Se l’analisi viene meno nessuna decisione intelligente può essere assunta. Se non si può prendere una decisione intelligente è meglio non decidere affatto perché, senza un’analisi, ogni decisione si riduce a mera ipotesi e l'ultima cosa da fare quando si investe è tirare a indovinare.

 

2) Di contro, quando una situazione può essere analizzata, ogni gestore è tenuto a prendere una decisione intelligente. Seconda regola d'oro: quando un titolo sprofonda bisogna analizzare la situazione e prendere una decisione. Delle due l’una: o si compra perché si è convinti di avere ragione o si vende perché si è commesso un errore prima. Molti investitori aspettano, semplicemente, e sperano che l’azione risalga ma la speranza non è una strategia.

 

3) Secondo il gestore, un'altra lezione che ci insegnano i mercati, è che spesso la prima perdita è la migliore. Se vuoi vendere, vendi. Se la tua analisi è corretta non riuscirai molto probabilmente a spuntare un prezzo migliore più avanti. Commettere errori è una cosa positiva. Molti investitori ritengono che l'obiettivo sia evitare gli errori, evitare il rischio. Ma è il modo sbagliato di cercare di fare soldi.

 

4) Grazie a un portafoglio altamente concentrato mi focalizzo sulle idee migliori e riesco così a informarmi meglio sui rischi e il potenziale rendimento di ogni investimento. Questa è la quarta regola secondo il gestore.

 

5) Ultimo consiglio per resistere ai mercati volatili: è raro che le grandi società siano poco costose ed è altrettanto raro che i titoli a buon mercato siano fantastici. In base alla sua esperienza, secondo il gestore, alla luce dei recenti ribassi significativi sui mercati, questo è uno di quei rari momenti in cui si possano trovare titoli poco costosi ma di grande qualità.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.