Al via Amundi BOC Wealth Management

Sarà la prima società a maggioranza straniera in Cina a poter offrire prodotti destinati alla gestione patrimoniale
30/09/2020 | Marcella Persola

La Cina sarà uno dei mercati più importanti per i gestori patrimoniali. Questa è l'idea di Yves Perrier, amministratore delegato di Amundi. La società di gestione ha annunciato di aver ottenuto dalle autorità cinese l'autorizzazione ad operare nel mercato. E così dai primi di ottobre sarà operativa Amundi BOC Wealth Management, la joint venture tra l'asset manager francese e la sussidiaria della Bank of China.

 

Si tratta di un'operazione importante perchè sarà la prima società a maggioranza straniera in Cina a poter progettare e offrire prodotti destinati alla gestione patrimoniale, con l’obiettivo di portare soluzioni di investimento di alto livello agli investitori in Cina e un focus sulla distribuzione di soluzioni di wealth managament agli investitori retail in Cina; la società prevede di lanciare i primi prodotti entro fine anno.

"Questa nuova joint venture accelererà la strategia di sviluppo di Amundi in Cina, un paese che prevediamo come uno dei nostri principali mercati nel prossimo decennio", ha dichiarato mercoledì il ceo Perrier durante una cerimonia di apertura a Shanghai.

A presidere la jv sarà Liu Huijin, Bao Aili invece ne sarà direttore generale. Amundi possiede il 55% della joint venture.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.