Gli asset manager sono sempre più social

Secondo un report di Cerulli Associates aumenta il budget destinato al digital e social media marketing. In forte crescita i contenuti video
10/11/2020 | Paola Sacerdote

Il Covid-19 ha rappresentato un catalizzatore dell’utilizzo dei social media nell’industria dell’asset management europeo nel 2020, e il focus su questa modalità di marketing è destinata a intensificarsi. Lo rileva l’ultimo report di Cerulli Associates, “The Cerulli Edge – Global Edition”.

"L'importanza di una forte presenza online è stata sottolineata dalle misure di lockdown adottate per contrastare la diffusione del Covid-19", afferma Fabrizio Zumbo, associate director, european asset & wealth management research presso Cerulli Associates.

 

Circa il 12% degli asset manager intervistati in Europa da Cerulli lo scorso anno non aveva un team dedicato al digital e al social media marketing, ma questa percentuale è scesa al 2% nel sondaggio del 2020. La ricerca evidenzia che i manager intendono rafforzare la loro presenza digitale nei prossimi 12-24 mesi. Inoltre, circa il 44% dei manager intervistati prevede che le attività sui social e sui media digitali consumeranno una quota maggiore del proprio budget di marketing nei prossimi due anni. Nonostante i progressi compiuti quest'anno in termini di aumento delle loro attività sui social media, meno della metà dei manager intervistati è soddisfatta del proprio livello di attività. Tuttavia, rispetto all’anno scorso, un numero maggiore di intervistati ritiene di avere una presenza soddisfacente sui social media in tutta Europa.

 

La ricerca di Cerulli mostra che, nel complesso, LinkedIn è ancora il canale social media più utilizzato dagli asset manager in Europa, prima di Twitter e Facebook. Tuttavia, poiché è in aumento l’intenzione di utilizzare contenuti video, è probabile che i gestori inizieranno a utilizzare maggiormente YouTube. Circa il 73% dei manager prevede infatti di produrre e condividere più contenuti video tramite i social media nei prossimi 12-24 mesi.

 

Il video è un format più versatile e coinvolgente rispetto a un contenuto scritto. Secondo gli esperti dei social media, è facile da assimilare e potrebbe fornire un migliore ritorno sull'investimento. Sviluppare una strategia di produzione video mirata potrebbe quindi rappresentare per gli asset manager una buona opportunità per espandere la propria audience e creare maggiore riconoscibilità e consapevolezza del brand.

 

"È probabile che i manager continuino a ospitare conferenze virtuali, dato che non è ancora possibile organizzare eventi in presenza su larga scala e non è ancora chiaro se ce ne sarà la possibilità nel 2021. I video ad alta qualità possono in qualche modo colmare in parte il gap lasciato dall’impossibilità di incontrarsi di persona. Un buon contenuto di social media non è più soltanto un “di più” bello da avere, ma rivestirà un ruolo importante e credibile nelle strategie decisionali degli investitori ", conclude Zumbo.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.