iM Global Partner amplia la gamma OYSTER con un fondo

Ha introdotto una strategia sviluppata da Dynamic Beta investments (DBi) a vantaggio degli investitori europei
18/12/2020 | Lorenza Roma

A seguito del successo ottenuto dal lancio di due innovativi Etf che replicano hedge fund sul mercato statunitense, iM Global Partner ha introdotto, tramite la propria gamma OYSTER, una strategia sviluppata da Dynamic Beta investments (DBi), società facente parte di iM Global Partner, a vantaggio degli investitori europei.

 

DBi è stata selezionata come l’unico sub-advisor per la gestione del fondo OYSTER Stable Return. Il fondo UCITS è ora posizionato per essere una strategia valida per ogni evenienza, che mira a corrispondere rendimenti stabili sugli hedge fund agli investitori istituzionali e retail, offrendo inoltre commissioni competitive, liquidità giornaliera e trasparenza. Il fondo beneficerà della lunga esperienza di DBi, che da più di 10 anni replica portafogli diversificati di fondi hedge leader di settore, ricorrendo solamente a strumenti liquidi e scambiati in Borsa. Il processo di replica sviluppato da DBi cerca di ottenere performance migliori di quelle dei fondi hedge “institutional-quality”, mitigando al contempo tre fattori di rischio fondamentali: la struttura del mercato (mancanza di liquidità, sovraffollamento, rischio di controparte); la concentrazione (il fondo singolo, il settore, l’area geografica) e gli errori umani (errori nella selezione o legati a speculazione).  

 

Il fondo sfrutta l'approccio collaudato di DBi, combinando due strategie complementari: la DBi Equity Hedge Low Volatility e la Managed Futures, con posizioni attive solo su prodotti molto liquidi. Le strategie non includono asset illiquidi, azioni singole, posizioni su obbligazioni o derivati OTC. Inoltre, DBi ricorre a una procedura di mitigazione del rischio che permette al fondo di mantenere una volatilità di lungo periodo del 5%.

 

Philippe Uzan (nella foto), CIO di iM Global Partner ha dichiarato: “Questa strategia attesta la nostra abilità di saper offrire soluzioni innovative, curate da manager molto abili e dalla comprovata esperienza. In questo caso, DBi è forse la sola impresa che tratta strategie liquid-alternative ad aver costantemente sovraperformato nel tempo i fondi hedge, innalzando il concetto di disintermediazione delle commissioni e di creazione di alfa.” Andrew Beer, managing member di DBi ha aggiunto: “Per più di un decennio, Mathias e io ci siamo concentrati soprattutto su come ottenere performance migliori di quelle dei fondi hedge leader di mercato, con un minore rischio associato, commissioni eque e liquidità giornaliera. Riteniamo che gli investitori in fondi hedge meritino più alfa e siamo fortunati a collaborare con dei partner che condividono questa nostra linea di pensiero.”

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.