L'ascesa della “revenge spending” e l’impatto sui portafogli

Secondo il report di BlackRock, con la riapertura delle economie e l'aumento della domanda post-pandemia, i consumatori stanno sperimentando il cosiddetto "revenge spending”, la spesa per rivalsa
04/06/2021 | Lorenza Roma

La riapertura delle economie continua senza sosta in gran parte del mondo sviluppato grazie all'accelerazione della campagna vaccinale. Secondo l'ultimo studio di Nigel Bolton, Co-Cio Fundamental Equity Group di e Sophie Steel, head of consumer industry group di BlackRock, con la riapertura delle economie e l'aumento della domanda post pandemia, i consumatori stanno sperimentando il cosiddetto "revenge spending", la spesa per rivalsa.

 

Le economie globali emergono dalle chiusure, registrando input importanti di spesa nei settori del food, drink, viaggi e divertimento, e tale contesto di crescita globale prepara la scena ad una grande riapertura quest'anno. Noi la chiamiamo "revenge spending”: le persone sperimentano un assaggio di libertà e dimostrano capacità di spesa per occasioni sociali e per acquisti discrezionali. Questo boom economico è alimentato da una politica monetaria e fiscale coordinata in atto dallo scoppio della crisi, così come dall’enorme ammontare di risparmi dei consumatori accumulati durante le chiusure. Secondo Moody's Analytics, negli Stati Uniti il risparmio personale è superiore di 2,6 trilioni di dollari rispetto a quello che sarebbe stato con i tassi di risparmio pre-pandemia. Questo equivale a circa il 12% del PIL. Secondo il parere degli esperti, i consumatori non torneranno completamente alle abitudini pre-pandemia. Alcune nuove tendenze rimarranno nel tempo. Questa è un'opportunità per gli stock picker per identificare i potenziali vincitori e perdenti della grande riapertura.

 

Le valutazioni dei mercati azionari in molti dei cosiddetti "settori in riapertura" riflettono già la spesa futura dei consumatori. Eppure, secondo Bolton e Steel, ci siano aree che potrebbero rimbalzare ancora più velocemente di quanto ci si possa aspettare. In Europa diversi settori stanno riaprendo in ritardo rispetto alle loro controparti negli Stati Uniti a causa del più lento lancio dei vaccini e dei lockdown prolungati. Questi settori possono recuperare nella seconda metà dell'anno. Gli ultimi dati mostrano che in Europa  le vaccinazioni stanno procedendo allo stesso ritmo degli Stati Uniti e del Regno Unito, il che implica che il ritardo nella ripresa dovrebbe rimanere invariato, pari a due o tre mesi, e non dovrebbe espandersi. Secondo il parere degli esperti, le azioni delle compagnie aeree europee possano decollare una volta che i tassi Covid-19 scenderanno. Blackrock vede anche un'opportunità nella ristorazione di alto livello. I ristoranti di fascia alta sono rimasti indietro rispetto ai marchi di ristorazione occasionale, a causa del previsto ritardo nella spesa commerciale. Secondo i manager, questa spesa tornerà più velocemente del previsto, dato che molte persone stanno tornando in ufficio. E i ristoranti di fascia alta dovrebbero essere in grado di mantenere alcuni dei risparmi sui costi realizzati durante l'apice della pandemia, con conseguenti margini di guadagno. I dati delle carte di credito mostrano che le vendite in alcuni ristoranti di fascia alta degli Stati Uniti hanno già superato i livelli del 2019 e ci aspettiamo che questa tendenza si espanda con l'apertura dell'economia globale.

 

Bolton e Steel sottolineano che "il “revenge spending” non persisterà in tutti settori nel tempo. I consumatori hanno speso dove è possibile farlo. La domanda è stata eccezionalmente alta in settori legati al business, compresi i beni di lusso e gli alcolici".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.