Plenisfer: chi vincerà la sfida della transizione energetica

Secondo il Thematic Spotlight, l'idrogeno rappresenterà un'opportunità chiave per le oil Company e offrirà loro l'opportunità più promettente per reinventarsi
06/07/2021 | Lorenza Roma

Le utility europee hanno registrato nell’ultimo semestre una sottoperformance del 17% rispetto al mercato, dato sorprendente specie se raffrontato con la sovraperformance del 45% complessiva degli ultimi tre anni. Il team di Plenisfer ritiene che la sottoperformance sia riconducibile a 3 ragioni: aumento dei tassi di interesse, cui il settore è molto sensibile alla luce dell’utilizzo elevato della leva finanziaria; aumento della concorrenza nelle rinnovabili e incertezza sui rendimenti futuri da investimenti in rinnovabili: di recente, le società petrolifere hanno adottato una politica di offerta economica.

 

La vera domanda da porsi oggi è: le Utilities rischiano la sindrome da TLC? Secondo il nuovo Thematic Spotlight, se non vi sarà una regolamentazione delle tariffe, tale da garantire ritorni adeguati agli investimenti necessari alla transizione energetica, stimati in oltre 20 trilioni di dollari, la “sindrome da TLC” per le Utilities potrebbe diventare realtà e la sottoperformance degli ultimi mesi potrebbe essere solo l’inizio di un drastico re-rating del settore.

 

Ma se non saranno le Utilities a beneficiarne, chi uscirà vincitore dalla transizione energetica? Secondo gli esperti di Plenisfer potranno essere le Oil Company. Considerate dal mercato come destinate a un lento e inesorabile declino, potrebbero trarre dalla transizione energetica la migliore opportunità per reinventarsi come dimostra la crescente competizione con le utilities nel settore delle rinnovabili.

 

Soluzioni a basso tenore di carbonio come SMR (un processo in cui il metano dal gas naturale viene riscaldato per produrre una miscela di monossido di carbonio e idrogeno utilizzato come combustibile) combinata con le tecnologie Carbon Capture potrebbe vedere un'ampia diffusione nei prossimi anni limitando quindi l'impatto negativo atteso sulla domanda di petrolio e gas come conseguenza della penetrazione dell'idrogeno. In Plenisfer ritengono che l'idrogeno rappresenterà un'opportunità chiave per le Oil Company e, alla luce della transizione energetica in corso e offrirà loro, probabilmente, l'opportunità più promettente per reinventarsi.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.