Franklin Templeton sottoscrive la Net Zero Asset Managers

La società, insieme a tre sue affiliate, si impegna ad avvicinarsi agli obiettivi net zero in uno spirito di autentico impegno e partnership con clienti e stakeholder
06/07/2021 | Redazione Advisor

Il gruppo di Investimento Franklin Templeton e tre delle società di gestione degli investimenti specializzati sue affiliate, ClearBridge Investments, Brandywine Global e Martin Currie sono lieti di annunciare di aver aderito alla Net Zero Asset Managers Initiative. Questi quattro firmatari rappresentano complessivamente più di 948 miliardi di dollari di asset in gestione.

 

Lanciata a dicembre 2020, la Net Zero Asset Manager Initiative consiste in un gruppo internazionale di asset manager impegnati a supportare l'obiettivo di zero emissioni nette di gas serra entro il 2050, in linea con gli sforzi globali per limitare il riscaldamento a 1,5 gradi Celsius; e a sostenere gli investimenti in linea con gli obiettivi di zero emissioni nette entro il 2050. Il conseguimento dell’impegno include anche il fatto di assegnare la priorità al raggiungimento di riduzioni delle emissioni all'interno dell'economia reale e dei settori e delle società in cui investono gli asset manager. Ad oggi, il numero dei firmatari è di 128 investitori per un totale di 43 trilioni di dollari di asset in gestione, un chiaro segno del riconoscimento da parte del settore dell'asset management che il cambiamento climatico è una priorità urgente che deve essere affrontata.

 

Jenny Johnson, ceo e presidente di Franklin Templeton, ha commentato: “Siamo entusiasti di impegnarci con la Net Zero Asset Managers Initiative insieme alla crescente comunità di firmatari. Approcciamo il nostro percorso con la consapevolezza che dobbiamo impegnarci a trovare le informazioni e le soluzioni per aiutarci a raggiungere emissioni nette zero globali entro il 2050. Lavoreremo per raggiungere questo obiettivo in uno spirito di autentico impegno e partnership con i nostri clienti e stakeholder, mantenendo la nostra convinzione che una buona stewardship come asset manager globale significhi gestire e allocare il capitale a beneficio dei nostri clienti di generazione in generazione”.

 

Terrence Murphy, ceo di ClearBridge Investments, ha dichiarato: "Tramite un approccio di partnership, ClearBridge farà leva sul suo ruolo di grande azionista per guidare un cambiamento positivo attraverso il continuo coinvolgimento della società".

 

Adam Spector, managing partner di Brandywine Global, ha affermato: "Non vediamo l'ora di continuare il nostro dialogo continuo con i funzionari governativi e i team di gestione aziendale sui rischi derivanti dal cambiamento climatico. Siamo orgogliosi di far parte di un'iniziativa che crediamo influenzerà positivamente l'economia globale e il modo in cui operano le aziende”. 

 

Julian Ide, ceo di Martin Currie, ha concluso: "In qualità di società di gestione patrimoniale globale con sede in Scozia, crediamo di avere un'importante piattaforma per segnalare gli impegni del settore verso il net zero in questo momento critico, e il nostro impegno in questa iniziativa ne è parte integrante".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.