Anima, raccolta in frenata a gennaio

Le masse gestite dal gruppo si attestano a circa 202 miliardi, un incremento di 8 miliardi rispetto allo stesso mese dell’anno precedente
07/02/2022 | Redazione Advisor

Raccolta in frenata a gennaio per Anima che nel mese di dicembre ha visto flussi in entrata per più di un miliardo. Nel primo mese dell’anno la raccolta ammonta infatti a 209 milioni di euro (escluse le deleghe assicurative di Ramo I). A fine gennaio le masse gestite complessivamente dal gruppo Anima si attestano a circa 202 miliardi di euro, in incremento di 8 miliardi di euro rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Alessandro Melzi d’Eril, amministratore delegato di Anima Holding, spiega che “dopo un anno record, l’avvio del 2022 in termini di raccolta netta è decisamente promettente, con un dato positivo trainato dal segmento retail nonostante le turbolenze nei mercati delle ultime settimane e la scadenza, registrata nel mese, di alcuni mandati istituzionali per oltre 300 milioni di euro. Il risultato di gennaio è infatti dovuto in larga parte ai risultati registrati dalle nostre banche partner con la clientela retail, che continua a riscontrare nei fondi comuni Anima un buon equilibrio rischio rendimento in linea con le esigenze di investimento e di graduale riduzione della liquidità accumulata sui conti correnti in questi mesi di incertezza”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.