Ubi Banca, l'utile netto balza a 250 milioni

La banca ha chiuso l'anno con un risultato in netta crescita
12/03/2014 | Redazione Advisor

Ubi Banca ha chiuso il 2013 con un utile netto balzato a 250,8 milioni dagli 82,7 del 2012. Il risultato beneficia delle "modifiche alla normativa fiscale contenute nei provvedimenti di fine anno", che hanno portato il risultato del quarto trimestre a 148,9 milioni. Il dato normalizzato si attesta a 100,2 milioni, +3% rispetto al valore paragonabile del 2012.

I proventi operativi sono scesi del 2,5% a 3,4 miliardi, con margine di interesse a 1,75 miliardi (-6,1%) e commissioni nette a 1,2 miliardi (+0,4%). In calo del 5,5% a 2,1 miliardi gli oneri operativi, per un rapporto cost/income al 62,3%. Le rettifiche su crediti sono salite a 943 milioni dagli 847,2 del 2012, per un costo del credito a 107 punti base (da 91). Quanto agli aggregati patrimoniali, gli impieghi sono scesi del 4,8% a 88,4 miliardi, mentre la raccolta diretta e' diminuita del 6,3% a 92,6 miliardi. Il coefficiente core tier 1 è al 12,6%, mentre il common equity tier 1 calcolato con l'applicazione integrale delle regole di Basilea III e' stimato superiore al 10% "senza alcuna azione di ottimizzazione". Il cda propone la distribuzione di un dividendo da 0,06 euro per azione, in aumento dagli 0,05 euro dell'anno scorso.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.