BNL non paga il premio ai dipendenti

I sindacati minacciano lo sciopero: sarebbe il primo da quando l'istituto è passato sotto il controllo di BNP Paribas
22/05/2015 | Redazione Advisor

Prima minaccia di sciopero per la BNL, sotto la nuova gestione francese di BNP Paribas. Ad agitare i sindacati dei bancari è la decisione della banca guidata dall.a.d. Fabio Gallia di non pagare il gap per il 2014 a 13.000 dipendenti, ossia il premio che tutti i lavoratori ricevono in base al loro inquadramento. I sindacati definiscono la scelta "inaccettabile" dopo che la banca ha comunque pagato "degli incentivi e dei premi discrezionali nonché dei bonus manageriali rimarcando in questo modo la volontà dell'azienda di procedere unilateralmente alla determinazione e composizione del salario". I sindacati sottolineano come la BNLl abbia sempre pagato il vap.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.