UniCredit pensa al matrimonio con SocGen

Secondo il FT, Mustier starebbe lavorando all’idea da diversi mesi. Le nozze potrebbero fare da apripista a una fase di fusioni transnazionali
04/06/2018 | Massimo Morici

UniCredit sta esplorando la possibilità di una fusione con la banca francese Société Genérale da cui nascerebbe un nuovo colosso finanziario europeo. Lo riporta il Financial Times, che cita fonti finanziarie, secondo cui il piano è ancora a una fase iniziale e la recente incertezza politica in Italia ha causato uno slittamento dei tempi dell’eventuale operazione, rispetto ai 18 mesi inizialmente previsti. Il numero uno francese di UniCredit, Jean-Pierre Mustier (nella foto), con un passato in SocGen, starebbe lavorando all’idea da diversi mesi e anche i vertici di SocGen stanno valutando il progetto di fusione tra le due realtà, anche se non è stato effettuato nessun approccio formale. 

Assieme i due istituti gestirebbero asset per 2.500 miliardi di dollari portando la nuova banca in diretta competizione con HSBC, la band a più grande in Europa. Quella tra UniCredit e SocGen, secondo il quotidiano finanziario, potrebbe fare da apripista a una fase di fusioni transnazionali tra gruppi bancari in Europa. Nei giorni scorsi, sempre FT, ha riportato rumors di una possibile fusione tra Barclays e Standard Chartered. 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.