Ennio Doris: “Sto con Draghi al 100 per cento”

La ricetta del presidente di Mediolanum affinché le aziende non vadano in default: “La garanzia di Stato è indispensabile per i debiti. Inizierei con la sospensione di ogni pagamento fiscale fino a ottobre”. E aggiunge: “Serve l'helicopter money”
01/04/2020 | Redazione Advisor

Ennio Doris, presidente e fondatore di Mediolanum, in un’intervista a La Stampa, si schiera apertamente con Mario Draghi: “Sposo le sue tesi al100% e sottolineo che il fattore tempo è determinante. Siamo dentro a una vera e propria guerra. E dunque è inevitabile che in guerra lo Stato faccia tutta la sua parte. Parlo da liberale: lo Stato deve tutelare l'impresa privata e deve prevedere interventi molto forti, i più potenti mai visti”.

Doris sottolinea come “la garanzia di Stato è indispensabile per i debiti delle imprese. Che un paese come gli Stati Uniti, e che lo proponga un presidente come Trump che personalmente non mi garba granché, arrivi a prendere questa decisione parla della rivoluzione necessaria nei codici di bilancio pubblici. Il ruolo dello Stato è essenziale per preservare l'impresa come bene sociale, come generatore di benessere e posti di lavoro. Se vogliamo aiutare gli operai, dobbiamo aiutare le imprese”.

La ricetta per aiutarle? “Inizierei con l'immediata sospensione di ogni pagamento fiscale fino a ottobre. Ribadisco le garanzie per i debiti delle imprese, come ha fatto la Germania con la sua Cdp. E poi helicopter money, come chiama Trump il progetto di calare soldi sui cittadini per evitare che la gente conosca la fame e aiutare chi perde il lavoro o non incassa più nulla”.

E sui mercati spiega: “hanno già perso un terzo abbondante. Ma sta per arrivare una massa di liquidità mai vista, tra le emissioni americane e della Bce. Il costo del denaro scenderà, come il costo dell'energia. Ripartiremo con forza. Penso che le crisi contengano grandi opportunità, lo insegna la storia, a chi sa aspettare. E penso che la vera cura dell'economia coinciderà con la scoperta del vaccino o almeno di un medicinale che ne riduca la pericolosità: è in atto una corsa pazzesca da parte di tutte le società farmaceutiche e quelle società di ricerca. Una partita che ha anche un formidabile valore di business”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.