Banca Mediolanum, superati i 100 miliardi di masse

La raccolta netta di giugno è di 687 milioni contro gli 842 milioni del mese precedente. L’a.d. Massimo Doris: “Il gestito continua ad essere trainante e di grande qualità”
07/07/2021 | Redazione Advisor

Raccolta in calo a giugno per Banca Mediolanum che archivia il mese con risultati commerciali poco superiori a un miliardo di euro (1,2 miliardi a maggio). La raccolta netta, secondo quanto comunicato dal gruppo, è di 687 milioni (842 milioni il mese precedente).

In leggero aumento le erogazioni di mutui e prestiti che a giugno raggiungono la quota di 360 milioni (352 milioni nel quinto mese dell’anno). Praticamente stabile la raccolta polizze protezione che passa dai 14,4 milioni di maggio ai 14,1 milioni di giugno.

Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum, sottolinea che “a fine giugno abbiamo conseguito e superato il traguardo dei 100 miliardi di masse. E questo anche grazie al contributo determinante della raccolta, che a giugno si è attestata a 687 milioni di euro, nonostante il mese sia stato caratterizzato da forti flussi in uscita per il pagamento delle imposte, pari a quasi 200 milioni. In particolare, la raccolta gestita continua ad essere trainante e di grande qualità, con 3,3 miliardi di euro nei primi sei mesi, il 58% in più dello stesso periodo dello scorso anno”.

“Con la stessa spinta – continua Doris - il business del credito ha raggiunto 1,9 miliardi di nuove erogazioni alla clientela nel semestre, con un significativo incremento di quasi il 40% sul 2020. Ed anche la raccolta di polizze protezione prosegue con ritmo sostenuto. I risultati di questa prima metà del 2021 confermano la forza del nostro modello di consulenza, che si arricchisce continuamente di nuovi contenuti per intercettare le esigenze di tutti i target di clientela. Vorrei ricordare, infine, che in giugno abbiamo festeggiato il primo anno di successi di Flowe”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.