Volpato (Mediolanum): “I PIR sono un successo straordinario”

Il direttore commerciale dell'istituto sottolinea che “per come sono concepiti normativamente, inducono i risparmiatori ad adottare comportamenti virtuosi e sostengono il rilancio del Paese”
15/09/2021 | Daniele Riosa

“Credo che i PIR siano tutto tranne che una scommessa. E’ la storia di un successo annunciato”. Ne è convinto Stefano Volpato, direttore commerciale di Banca Mediolanum, che nel corso dell’evento “Fare centro con i PIR”, spiega così i motivi del suo apprezzamento verso il prodotto: “Per investire con successo - rileva - bisogna portare il cliente ad investire nel posto giusto e rimanere investito. I PIR sono l’unico strumento che normativamente portano il cliente ad adottare comportamenti virtuosi. Innanzitutto lo inducono ad investire nell’economia reale in maniera frazionata”.

“Il nostro istituto - sottolinea Volpato - è leader nel collocamento dei PIR tradizionali: mediamente il cliente ci versa 15 mila euro ogni anno, questo vuol dire che ci mette 10 anni ad arrivare al tetto del 150 mila euro. Inoltre c’è il beneficio fiscale: se per caso il cliente versa quei 15mila euro per 10 anni e liquida dopo 15, supponendo una performance del 5%, porta a casa più di 252mila euro netti. Se ci fosse stata l’imposizione fiscale avrebbe dovuto versare allo Stato circa 26mila euro. Senza contare che, il vantaggio fiscale, si estende anche a livello successorio”.

“Io – ribadisce e il direttore commerciale di Banca Mediolanum – non conosco prodotti più efficienti per accumulare ricchezza. Ripeto, oltre ad essere un prodotto estremamente efficiente normativamente, porta il cliente ad adottare un comportamento virtuoso. Per questo sono un successo clamoroso e ogni investitore dovrebbe avere il proprio PIR. In più, il PIR alternative rende accessibile al risparmiatore un mondo che ai suoi occhi appariva inarrivabile: quello del private debt e del private equity. E’ qualcosa di straordinario e lo dimostrano anche i prodotti equivalenti adottati nel mondo”.

Incentivare i PIR – conclude Volpato - vuol dire dare al risparmiatore un prodotto estremamente efficiente che contribuisce ad ammodernare un Paese che finanzia le imprese ancora in modo troppo banco-centrico”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.