Generali punta forte sull’asset management

Real assets, ESG ed espansione internazionale: i driver per la crescita nel piano 2024
15/12/2021 | Redazione Advisor

Con il nuovo piano Lifetime Partner 24: Driving Growth il Gruppo Generali accelera sull’asset management come pilastro fondamentale per la crescita futura. In un contesto di tassi vicino allo zero, il settore è altamente strategico per creare diversificazione e garantire profittabilità. Nella gestione degli investimenti Generali continuerà a rafforzare lo sviluppo della business Unit guidata da Carlo Trabattoni (ceo Generali Asset & Wealth Management) ampliando la rosa e la distribuzione dei prodotti.

Obiettivo: aumentare le dimensioni del segmento e diventare una realtà di riferimento nella gestione degli asset non solo per le compagnie assicurative del Gruppo, con l’obiettivo di aumentare le sinergie nell’offerta unit-linked, ma anche la relazione verso i clienti terzi da cui si punta a generare ulteriori 100 milioni di euro di ricavi.

Dall’avvio del piano di crescita dell’asset management nel 2018, il segmento è passato da 606 milioni di euro di ricavi a fine 2018 per chiudere il 2021 con una stima di 1.050 milioni. Il target di ricavi al 2024 è invece di 1.300 milioni di euro. Gli asset under management hanno registrato una solida crescita, attestandosi a 571 miliardi di euro al 30 settembre 2021, rispetto ai 463 miliardi di fine 2018.

Attenzione anche al Wealth Management e alle mosse future di Banca Generali, con le indicazioni strategiche rimandate alla presentazione del proprio piano triennale a febbraio. Guardando alle linee guida per lo sviluppo del prossimo triennio, i pilastri fondamentali nell'asset management sono rappresentati dall'espansione nei real assets, gli investimenti nel digitale e il rafforzamento della distribuzione per raggiungere nuovi mercati, in alcune nuove aree di opportunità in Asia così come in Europa.

Il collante di tutti i driver di crescita è la sostenibilità, dove il segmento Asset Management è impegnato a rafforzare l’integrazione dei criteri ESG nelle soluzioni di investimento coniugando le performance finanziarie con i fattori ambientali, sociali e di governance.

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.